30 settembre 2008

A Tasty Summer Holiday Souvenir - Zuppa di pane toscana


Daniela ci ha invitati a condividere insieme "sapori e odori delle nostre vacanze...nuovi o ritrovati...diversi e inaspettati".

Da un po' di anni a questa parte trascorro le mie vacanze al Forno, vero angolo di paradiso nella bellissima isola d'Elba, e soprattutto via dalla pazza folla! Ho la fortuna di poterci tascorrere un lungo periodo, così da considerarlo ormai quasi la mia seconda casa. E in questo piccolo borgo ho fatto amicizia con vacanzieri come me che, a loro volta, si sono innamorati della pace, della naturalezza, della rusticità del luogo e ne hanno fatto parte integrante della loro vita, essendo ormai quasi pioù di 30 anni che vi soggiornano! Si contano i mesi e i giorni che ci separeranno dalla vacanza seguente già appena messo piede in traghetto per far ritorno a casa, ci si augura Buon Natale con la certezza della casa confermata, si apre l'uovo a Pasqua sapendo che ormai manca poco per ritrovarsi ancora tutti insieme!


Grazia di Pistoia fa parte di tutto questo, anzi, la si potrebbe definire una pietra miliare di Forno!

La sua allegria, la sua risata, il suo accento toscano, il suo brio, il suo piglio garbato, le sue mani ai fornelli per una frittella improvvisa, il suo caffè sempre pronto a tutte le ore, la sua "Agave" abbarbicata sullo scoglio riparo fresco e arioso alla calura più afosa...tutto questo e ancora di più: la sua zuppa di pane e la sua fettunta, appuntamento consolidato ormai nel tempo che tutti aspettano con gioia e impazienza.

La zuppa di pane e la fettunta di Grazia riescono ad unire gioiosamente una quarantina di amici, tra grandi e piccini, mettendosi freneticamente all'opera per organizzare la spiaggia, dopo il tramonto, con tavoli, sedie, lumini e lucine, allargando poi il buffet con una ricca selezione di dolci e macedonie, il tutto rigorosamente fatto a mano dai partecipanti!



ZUPPA DI PANE o RIBOLLITA



INGREDIENTI:


pancetta, cipolla e aglio per il soffritto
fagioli secchi borlotti
olio extravergine di oliva
verza, carote, sedano, bietole, patate, spinaci, cavolo nero, zucchine
sale/pepe
peperoncino, se piace
finocchio selvatico, se piace
pane toscano raffermo


Mettere a bagno i fagioli per una notte.
L'indomani cuocerli in pentola a pressione per circa 15 minuti dal fischio in abbondante acqua.
Non buttare questa acqua che servirà per cuocere la zuppa.
Far rosolare la pancetta nell'olio, quindi unire la cipolla e l'aglio tritati e far soffriggere.
Aggiungere tutte le vedure mondate e tagliate, far appassire, allunngare con l'acqua di cottura dei fagioli. Tritare 2/3 dei fagioli lessati e aggiungerli alla zuppa, il resto dei fagioli interi andrà aggiunto a cottura quasi ultimata.
Salare e pepare, eventualmente aggiungere il peperoncino/finocchio selvatico a piacere.
Portare a cottura le verdure, in pentola a pressione cuocere 5 minuti dal fischio.
E' meglio se fatta il giorno prima, così le verdure riposano e i sapori si amalgamano bene.
Un'ora e mezzo prima di servire disporre nella zuppiera uno strato di zuppa ben calda, uno di pane a fette, un altro di zuppa, un altro di pane e finire con la zuppa e lasciare riposare.


























BUON APPETITO!

Weekend Herb Blogging




Visitando il blog della mia amica Zorra sono venuta a conoscenza di questa simpatica iniziativa che settimanalmente ripropone l'evento in questione.
Purtroppo non ho fatto in tempo a partecipare perchè mi sono molto confusa con i fusi orari...ma ce la metterò tutta per arrivare in tempo questa settimana!
L'idea iniziale è stata di Kalyn, da Salt Lake City, Utah, USA, sul blog da aprile 2005!
Appassionata di cucina e giardinaggio, ha aperto il suo blog mentre stava seguendo la dieta South Beach che le ha permesso di perdere quasi 20 chili. Ha raccolto tutte le sue ricette che puntano su un cibo sano e particolarmente favorevole a un indice glicemico basso.
Tema fondamentale di questi eventi ripetivi sono la divulgazione di ricette o posts informativi con oggetto erbe, piante o frutti inusuali.

Ecco le regole principali:

1. I post partecipanti al Weekend Herb Blogging lanciato devono essere scritti durante la settimana della manifestazione e appositamente per il WHB, non possono partecipare a nessuna altra raccolta. Perchè sia un evento dinamico, ogni partecipante può inserire una solo post, e questo deve far riferimento a una sola ricetta o ingrediente.
2. Lo scopo dei Weekend Herb Blogging dovrebbe essere quello di aiutare le persone a imparare a cucinare con le erbe o piante inusuali. Per cui saranno accettati solo due tipi di posts: a) posts di ricette dove l'ingrediente principale è un'erba o una pianta inusuale; b) posts informativi su una determinata erba o pianta inusuale, che spazino dalle loro caratteristiche alle informazioni per un uso corretto in cucina.
3. I posts dovranno contenere le parole Weekend Herb Blogging con un link all'ospite della settimana, come pure un link a Kalyn's Kitchen.
4. I posts possono essere scritti in qualsiasi giorno della settimana ma devono pervenire all'ospite della settimana entro le 15 della domenica, ora di Salt Lake City (comunque meglio sempre controllare le scadenze nei post di annuncio dei blogger ospitanti). Qui trovate un convertitore per calcolare l'orario corrispondente nel vostro paese. A discrezione dell'ospite, i posts ritardatari saranno passati all'ospite della settimana seguente.
5. Mettere la dicitura WHB nell'oggetto della mail con il link al proprio post per essere meglio identificata dall'ospite della settimana. La propria mail dovrà contenere il proprio nome, il nome del proprio blog, il link al post del WHB, la propria località, e una foto della preparazione eseguita.

Prossime date e ospiti del WHB:

Ottobre 2008

Settembre 29 - Ottobre 5
Ospite: Valentina from Trembom - English Version
E-mail a valentina (dot) jacome (at) gmail (dot)com

Ottobre 6 - Ottobre 12
Ospite: Susan from The Well Seasoned Cook
E-mail a thewellseasonedcook (at) yahoo (dot) com

Ottobre 13 - Ottobre 19
Ospite: Amy and Jonny from We Are Never Full
E-mail a seppysills (at) yahoo (dot) com

Ottobre 20 - Ottobre 26
Ospite: Laurie from Mediterranean Cooking in Alaska
E-mail a tasteslikehome (at) hotmail (dot) com

Ottobre 27 - Novembre 2
terzo anniversario del Weekend Herb Blogging!
Ospite: Kalyn from Kalyn's Kitchen
E-mail a to kalynskitchen (at) comcast (dot) net
per favore allegare una foto 300x200

Per il terzo anniversario, postate una ricetta con la vostra erba/frutta/verdura preferita di tutto il 2008. Oltre alla raccolta finale, ci sarà un concorso per votare la migliore erba/frutta/verdura con 3 fantastici premi finali.Inoltre saranno date comunicazioni interessanti riguardo il futuro del Weekend Herb Blogging. Per maggiori informazioni collegatevi dal 27 ottobre in poi!


Per ogni chiarimento qui e qui ci sono le indicazioni personali di Kalyn.

Buon Weekend Herb Blogging a tutti!!!

27 settembre 2008

Biscotti con ricotta e cioccolato

Zorra mi aveva chiesto un consiglio su questa vecchia ricetta di Night, e così, dopo rapido consulto, abbiamo deciso di farli insieme.

E' un biscotto facile, tipico da inzuppare nel latte o nel tè.
Io li ho cotti qualche minuto in più della ricetta originale (che riporto fedelmente) perchè a noi piacciono i biscotti con la crosta croccante; ho omesso la spolverata di zucchero a velo finale perchè mi sembravano già abbastanza dolci così.
Si conservano bene in una scatola di latte, ammorbidendosi leggermente.



INGREDIENTI:

350 g. di farina
1 uovo
100 g. di latte
125 g. di ricotta
200 g. di zucchero
1/2 bustina lievito
100 g. di gocce di cioccolato
1 bustina di vanillina
(oppure buccia di limone o arancia grattugiata)

Amalgamare bene l'uovo con lo zucchero, il latte e la ricotta. Aggiungere quindi la farina, il lievito e la vanillina setacciati insieme. Alla fine aggiungere le gocce di cioccolato. Formare delle palline e disporle sulla teglia ricoperta con carta forno (io ho avuto delle difficoltà a formare delle palline perchè il composto era un po' appiccicaticcio, per cui mi sono aiutata col cucchiaino). Lasciare in frigorifero a riposare per 30 minuti. Cuocere infine in forno a 200° per 15 minuti.
Sfornare e una volta freddi spolverare leggermente con zucchero a velo.

Qui i biscotti della mia "compagna di forno" Zorra.

E' sempre l'ora dei Pavesini!

Diceva così la pubblicità...e forse lo dice ancora...certo è che i Pavesini sono proprio intramontabili!

Un dolcetto veloce, semplicissimo, sfizioso, pericoloso perchè non si finirebbe mai di mangiarne...specie la sera, quando davanti alla tv viene un certo languorino...si potrebbe anche definire un cuginastro del più classico tiramisù.

Non ne avevo a portata di mano, ma un'idea carina per presntarli bene ad un buffet è metterli nei pirottini di carta ovali, come fossero una pasta importante di alta pasticceria!
Grazie ad Anto che me li ha suggeriti, e a Gloria che ne ha condiviso la ricetta.



INGREDIENTI:

una scatola di pavesini
mascarpone
nutella
un bicchiere di latte fresco*
farina di cocco grattuggiato

*il latte può essere aromatizzato con del cacao, oppure, se piace, si può usare del caffè


Spalmare un velo di nutella sull'interno di un pavesino, spalmare un velo di mascarpone su un altro e quindi accoppiarli. Intingere ogni coppia nel latte fresco giusto un attimo, quindi passarli velocemente nella farina di cocco.


Disporli su un vassoio e conservare in frigo.

Meglio se fatti il giorno prima.


Daiiiiiiiiiii...che è sempre l'ora dei Pavesini!!!

26 settembre 2008

Torta di Rice Crispies e Mars

Una vera delizia...per grandi e piccini!
Non passa compleanno che non faccia bella mostra di sè sul tavolo dei dolci, i miei ragazzi e i loro amici ne vanno matti, e non passa Natale senza che ne porti una in regalo a mio suocero, la adora pure lui!
Ecco il mio contributo dolce per la raccolta "Un piatto per gli amici".

Spago col ton



INGREDIENTI:

1 scatola di Rice Crispies soffiato (375gr.)
9 mars
120gr. di burro

Mettere i mars e il burro in una pentola alta sul fuoco piccolo al minimo.
Far sciogliere bene fino ad ottenere una specie di nutella, quindi versarci dentro l'intera busta di riso soffiato. Mescolare bene, sempre a fuoco minimo, dal basso verso l'alto in modo da amalgamare bene il composto.
Versare ora in una tortiera e con il batticarne battere bene, prima vicino i bordi, si alzerà il centro ma non importa, poi battere nel centro cercando anche di livellare la torta. Non abbiate timore a pressare col batticarne! Più si pressa e meglio si compatta!
Una volta pressata bene mettere in frigo, al momento di servire rovesciare su un vassoio da dolci.


Rice crispies and Mars' Cake

A funny cake, my kid's favorite!
Very easy to make, even kids will be able to do, joy and delice for grown ups too!

You need:

1 box of Kellogg's Rice Crispies (375gr.)
9 Mars
120 gr. butter

Pour Mars and butter in a high saucepan onto minimum fire.
Melt well until you get a sort of chocolate cream like nutella, then pour in the whole bag of rice crispies. Mix well, always at very low fire, stirring from the bottom to have all rice covered with the cream.
Pour in a pan and beat with the meat mallet, first near the edges, it will lift the heart but no matter, then beat in the center to level the cake. Do not be afraid to press with the meat mallet! The more you press the best you get compact!
Once pressed keep in the fridge (you can make it in advance, even the day before).
Turn upside down on a dessert tray before serving.

25 settembre 2008

Pizza Gourmet!


Accolgo con piacere l'invito di Nadia per la sua raccolta sulle pizze più buone dei blogs!
L'altra sera abbiamo pizzato anche noi, e il Pizza Express ha dato il meglio di sè.


Siamo un pochino classici nei gusti, ultimamente i ragazzi amano molto la pizza Macs:

base margherita, appena uscita dal fuoco via di prosciutto cotto, rucola, pomodorini freschi e una spolverata di grana, tritato o a scaglie a piacere.




Per la mia ho seguito un vecchio detto:
"Al contadino non far sapere quant'è buona la pizza con le pere!"

E così mi sono preparata una pizza bianca con stracchino, mozzarella e pere. A piacere una spolverata di pepe macinato al momento. Molto delicata, da rifare al più presto!

22 settembre 2008

Vacanza settembrina

Ancora qualche giorno di vacanza rubacchiato a inizio mese per finire in bellezza prima di riordinare le idee e mettersi in riga per l'inizio della scuola e la ripresa di tutte le attività.


Qualche giorno ancora spiensierato con tanto sole e tanto caldo, da ricordare poi con malinconica invidia nelle lunghe e fredde giornate invernali...sono partita coi miei due bocia più piccoli alla volta di Forte dei Marmi, località a me cara e che mi ha sempre affascinato per la sua aria un po' retrò di vacanza d'altri tempi...



Tito è riuscito come sempre a corrompere qualcuno e farsi prestare una lenza...aguglia presa, aguglia subito pappata!


Ho proseguito poi per Roma, dove siamo stati ospiti della cara Anto, pochi giornati volati troppo in fretta, ma intensissimi e divertentissimi, con impegni culinari, di shopping ed anche estetici!

Serata godereccia all'AcinoBrillo alla Garbatella con tutta l'allegra brigata di Cook!








E la mattina dopo appuntamento imperdibile ancora alla Garbatella per le riprese sul set dei "Cesaroni"!!!




Una giornata trascorsa al mare a ricaricarci e rinfrescarci con un po' di brezza marina...





...per poi, una volta a casa, ritornare nella benamata cucina!


Il riposo dopo la faticata...capello trattato compreso!


Ed è arrivato anche il momento di salutarsi...ancora un caffè insieme e poi...arrivederci alla prossima!!!

Grazie, Anto, meravigliosa ospite, meravigliosa amica! Smack!!!

15 settembre 2008

Marmellata di fichi e limoni

Ultimi frutti estivi, ultime marmellate...questa volta tocca ai fichi, che sono andata a "rubacchiare" nel campo del vicino, previa telefonata di permesso...concesso per una nobile causa!

Ho scelto questa ricetta che prevede l'aggiunta dei limoni perchè, essendo il fico un frutto molto dolce e a bassa acidità, risulta ottima l'unione con questi frutti agri che ne attenuano il sapore zuccherino.




INGREDIENTI:

2 kg. di fichi
4limoni non trattati
400g. di zucchero
rum o grappa, facoltativi

Tagliare in quattro i fichi, metterli sul fuoco in un'ampia casseruola (io uso la mitica bassine à confiture in rame) insieme alla buccia grattuggiata dei limoni e pochissima acqua.

Mescolare spesso, in modo che non attacchi, lasciando cuocere a fuoco medio.

Per chi ha pazienza, si possono eliminare piano piano i semini che affiorano in superficie, ma io trovo che siano la caratteristica di questa marmellata e li lascio tranquillamente, tuttalpiù se vedo che alla fine sono troppi passo al setaccio qualche romaiolo di marmellata.

Quando la marmellata avrà preso una consistenza omogenea, aggiungere lo zucchero e proseguire la cottura a fuoco medio/basso, mescolando spesso perchè il composto tende a bruciare con facilità.

A quasi cottura ultimata unire un po'di liquore a piacere e lasciar evaporare un attimo.

Invasare a caldo mei vasetti sterilizzati ni forno per un'ora a 110°, tappare e capovolgere fino a completo raffreddamento.

More sciroppate

Un'altra idea veloce per conservare dolcemente le more appena raccolte!

Ho preso questa ricetta dal bel libro "Conserve per 4 stagioni" di Gribaudo Edizioni, che la suggeriva come marmellata, ma che della marmellata non riesce a prendere la consistenza.
L'ho trovata ottima come metodo per conservare le more sciroppate, ideali per accompagnare un gelato, una panna cotta, una bavarese, un dolcino bricioloso.


INGREDIENTI:

1 kg. di more di rovo
500g. di zucchero

Lavare con cura e delicatamente i frutti sotto l'acqua corrente, senza immergerli perchè la polpa assorbirebbe troppa acqua: io preferisco passarli delicatmente tra le mani per eliminare ogni impurità. Mettere le more su un canovaccio, lasciarle asciugare per una mezzoretta quindi trasferirle in una ciotola con lo zucchero, mescolare con attenzione per non spappolare i frutti, coprire e lasciare in un luogo freco per un giorno.

Disporre la frutta nei vasi di vetro ben puliti versando anche parte del succo rilasciato durante la macerazione. Tappare i vasi, avvolgerli in canovacci e sterilizzarli in un pentolone per 15 minuti, avendo cura di non far prendere all'acqua un eccessivo bollore .

Lasciar raffreddare i vasi nell'acqua, quindi trasferirli in un luogo fresco e buio e farli riposare per almeno 15 giorni.

13 settembre 2008

Bloghissimo Family


Anche io da oggi faccio parte di questo grande aggregatore di blog.
Grazie Alessandro!

Attraverso questo sito 

potrai vedere raggruppati la migliore selezione di pagine web.

divisi per sezioni e categorie.

Se vuoi farne parte anche tu clicca qui!

Marmellata di more

E' la marmellata in assoluto che mi piace di più, dopo quella di lamponi, e che ci dà più soddisfazione perchè andiamo a farne grandi scorpacciate nei rovi qua intorno. Agosto è il mese ideale per raccoglierle, ogni anno scopriamo sempre posto nuovi dove andare a fare man bassa e per arrivare anche a quelle più alte l'altro giorno ci siamo puree portati dietro la scala: il bottino è stato egregio, 5 kili di belle e succulenti more!!!
Ecco allora una ricetta semplice semplice per trasformarle in dolce marmellata.




INGREDIENTI:

1 kg. di more
300/400g.di zucchero
buccia di limone grattuggiata, se piace


Anche se tutti i libri consigliano sempre di sciacquare delicatamente i frutti e asciugarli bene, io non lavo mai le more, le passo delicatamente e attentamente tra le mani, eliminando quelle brutte, rovinate, acerbe e i piccioli che possono essere rimasti attaccati.
Mescolo le more con lo zucchero e le lascio macerare mezza giornata o una notte intera.
Poi le metto sul fuoco, aggiungo un pochina di buccia di limone grattuggiata, faccio prendere il bollore e lascio cuocere a fiamma bassa, mescolando di tanto in tanto (schiacciando anche un pochino i frutti col cucchiaio) fino a raggiungere la giusta consistenza (per un kilo di more basta un'oretta).
Se non piace sentire i semini sotto i denti si può passare al setaccio le more a fine cottura (io di solito faccio un misto frullandone una metà, mi piace lasciare qualche pezzo intero). Oppure si può decidere di setacciare la frutta inizialmente, prima di aggiungere lo zucchero per la macerazione.

11 settembre 2008

GEMELLAGGIO

Stamani - esattamente all'ora non segnata
coincidente con l'ora in cui è accaduto
ho fatto appena in tempo ad abbassare
le palpebre, una prima e poi la seconda.
Riaprendole - prima ancora di guardare -
ho visto fino al livello del mare
una finestra di cielo spalancata.



Stamani:
e due su tre non sapevamo
ch'era la mattina di domani
e un po' alla volta avremmo confessato
che noi siamo quelli che
saranno detti testimoni oculari:
abbiamo visto e quindi c'eravamo.



No, non alziamo gli occhi: è per terra che dobbiamo
tutti e ciascuno cercare in noi stessi
dove sia scomparsa la loro ombra.
Da stamani colombi disossati
cercano goffamente un nuovo appoggio.
Come decapitati
s'aggirano in una clessidra di polvere
pompieri col casco sottobraccio.



Stamani - in questa sbiancata mattina -
chi fa domande non s'aspetta risposta.
Dal volo degli aerei presagi
a misura di naso circospetti
nel mondo ancora telestupefatto.
D'oggi in poi, a partire da domani,
ogni corpo si guarderà della propria ombra;
essa sarà il nostro lato oscuro
la nostra stessa latente figura,
con essa è il nuovo nostro gemellaggio.






di Corrado Calabrò, Presidente dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

08 settembre 2008

Benvenuti al Frutta Party!

Frutta Party


Care amiche di blog e di cucina,
eccoci alla raccolta finale del nostro buffet estivo per festeggiare insieme un fresco e colorato Frutta Party. Scusate il mio ritardo nel pubblicare il post, ma ero "fuori zona" per assaporare gli ultimi sprazzi di estate...e dal caldo che ancora fa il nostro buffet è più che mai "up to date"!!!
Un grazie caloroso a tutte voi per la vostra straordinaria partecipazione, mi avete fatto assaggiare squisitezze assai invitanti , spero di riuscire a provarle davvero tutte!

Ma ora bando alle ciance e facciamo festa insieme!
Le tavole sono già apparecchiate e ospitano con grande onore tutte le vostre prelibatezze...per cui non resta che dire Let's go Party!!!

Bollicine per tutti e musica a gogò by Macs!




Cin Cin e buon Frutta Party
con un dissetante Summer Breeze al cocomero


DALLA TAVOLA SALATA






Barbara da Trieste di Ricette barbare
apre la raccolta con l'estivissima
Insalata di cocomero, feta e olive nere





Nadia da Ischia di Mamma che buono ci propone una
Entrée di fichi



Antonella da Roma di Pane al pane...Vino al vino
ci offre un delicato Riso al limone e a seguire Gamberoni e mele in insalata




Manuela e Silvia da Polverara, Padova, di Spizzichi&Bocconi hanno portato
un'insolita ma invitante
Focaccia con nocciole e fichi


Marta da Verona di Viaggiare è come mangiare
presenta un classico rivisitato:
Melone e croccanti di prosciutto




Mariarosa da Milano di Zucchero&Cannella
ci sorprende con questa Insalata di borlotti e uva con Casera




Gialla da Palermo di Gialla tra i fornelli
abbina mele e uvetta per queste Polpette schiacciate




Spiedini di formaggio con Insalata di ananas



DALLA TAVOLA DOLCE


Un tris di godurie per Simo da Milano di Pensieri e Pasticci







Mariarosa da Milano di Zucchero&Cannella ci delizia con una classica Crostata estiva



Elga da Ferrara di Semi di Papavero
presenta il suo freschissimo Gelo di anguria



Sally da Bologna di Burro, latte e...
ci offre un morbidissimo Pandolce di ciliegie e albicocche


Un altro invitantissimo Gelo di mellone
questa volta proposto da Anto da Roma di Pane al pane,vino al vino



Laura da Vicenza di I dolci di Laura
ci solletica il palato con le simpatiche
Gelatine al succo di frutta




Anche per Martina da Fano, PU, di Nella cucina di Martina
una classica crostata resa più goduriosa e cioccolatosa:

Crostata di nutella e fichi



Rorò da Cosenza di Papaveri e ginestre
addobba con cura e precisione le sue
Torte alla frutta



Carla da Ancona di Letto e mangiato
ci strabilia con una fantasmagorica Coppa di frutta ghiacciata



Rossana da Roma di A casa di Ross
ci regala un ottimo Zuccotto al gelato di fragola


Lenny da Crotone di Una finestra di fronte
ha pronte all'assaggio sul cucchiaino rotondissime Ciliegie sciroppate


Un tris di fresche delizie anche per Agostina da Reggio Calabria di Pane, burro e marmellata






Fresche e colorate cheese-cake nel bicchiere



E per finire Simo da Milano di Pens
ieri e Pasticci
ci lascia dolcemente in compagnia di una fragolosissima

Grappa alla Fragola

Template Design | Elque 2007