27 ottobre 2014

Pav Bhaji: benvenuti in India, welcome to India!


English announcement here

 Namaste
 (नमस्ते)

Balrampur - Uttar Pradesh


Benvenuti in India, secondo paese da visitare nel lungo tour gastronomico culturale del nuovo Abbecedario Culinario Mondiale.
Sono molto felice e fiera di esserne l'ambasciatrice, avendo una naturale inclinazione quasi viscerale verso questo popolo, le sue tradizioni e il suo cibo.
Fare un riassunto di poche righe di questa vasta regione è un'impresa non facile, tante sono le diversità che lo compongono. Ma abbiamo tempo tre settimane per visitarlo più dettagliatamente ed arricchire post dopo post il nostro bagaglio culturale di questo grande paese asiatico.
Partecipare all'Abbecedario è semplice, tutte le info e regole qui.

L'India (in hindi भारत Bhārat), ufficialmente Repubblica dell'India (Hindi: भारत गणराज्य Bhārat Gaṇarājya), è uno Stato dell'Asia meridionale, con capitale Nuova Delhi. È il settimo paese per estensione geografica al mondo (3.287.263 km²) e il secondo più popolato, con 1.175.000.000 abitanti al censimento del 2012. Sede della civiltà della valle dell'Indo e regione di rotte commerciali storiche e di vasti imperi, il subcontinente indiano è stato identificato con il suo commercio e la ricchezza culturale per gran parte della sua lunga storia. Quattro grandi religioni del mondo, l'Induismo, il Buddismo, il Giainismo e il Sikhismo, sono nate qui, mentre lo Zoroastrismo, l'Ebraismo, il Cristianesimo e l'Islam arrivarono entro il primo millennio d.C. dando forma nella regione a una grandissima diversità culturale. 
Dai primi decenni del XVIII secolo diversi paesi europei, tra cui Portogallo, Paesi Bassi, Francia e Regno Unito, iniziarono ad arrivare dapprima come commercianti, ma approfittando poi delle spaccature fra i vari regni presenti, si andarono imponendo con le loro colonie. E gradualmente finì annessa alla Compagnia britannica delle Indie Orientali, dalla metà del XIX secolo. Nel 1857 un'insurrezione a livello nazionale chiamata Prima guerra di indipendenza indiana mise in serio pericolo il dominio della società britannica, ma alla fine la rivolta venne sedata. Come conseguenza, l'India passò interamente sotto il governo diretto della Corona britannica come colonia dell'Impero Britannico.
E' diventata un moderno Stato nazionale nel 1947, dopo una lotta per l'indipendenza caratterizzata da una diffusa resistenza non violenta guidata da Gandhi.
Dopo l'indipendenza furono portate avanti lotte di religione e fra le caste, e insurrezioni in varie parti del paese, ma che si fu in grado di arginare attraverso la tolleranza e le riforme costituzionali.
Il terrorismo in India costituisce un importante problema di sicurezza, in particolare nel Jammu e Kashmir, nel nord-est dell'India e negli ultimi anni anche nelle grandi città come Delhi e Mumbai. L'attacco del 2001 al Parlamento indiano rimane l'attentato più grave.
L'India ha sospeso le controversie territoriali con la Cina, che nel 1962 portò alla guerra sino-indiana, e con il Pakistan, che portò a guerre nel 1947, 1965, 1971 e 1999.
L'India è un membro fondatore del Movimento dei Non-Allineati e delle Nazioni Unite (all'epoca come facente parte dell'India britannica).
Nel 1974 ha condotto un test nucleare sotterraneo, a cui hanno fatto seguito altri cinque test nel 1998, rendendola così una potenza dotata di bomba atomica. 
E' la dodicesima più grande economia del mondo in termini nominali, e la quarta in termini di potere d'acquisto. Riforme economiche hanno trasformato il paese nella seconda economia a più rapida crescita (è uno dei quattro Paesi a cui ci si riferisce con l'acronimo BRIC), ma nonostante ciò il Paese soffre ancora di alti livelli di povertà, analfabetismo e malnutrizione. 
Essendo una società pluralistica, multilingue e multietnica, l'India è altresì ricca sul piano naturale, con un'ampia diversità di fauna selvatica e di habitat protetti.
Si trova a nord dell'equatore, e la sua costa si estende per 7.517 km di lunghezza; tre quarti dei quali corrono lungo la penisola, mentre quasi un terzo appartengono alle isole Andamane, Nicobare, e Laccadive.
L'Himalaya, la più alta catena montuosa del pianeta, la cinge a nord e a nord-est, dando origine a grandi fiumi che la attraversano, tra cui il Gange e il Brahmaputra, gettandosi poi nel Golfo del Bengala.
L'India comprende una vasta gamma di condizioni meteorologiche e climatiche, fortemente influenzate sia dalla scala geografica, che dalla varietà topografica. Ospita sei principali sottotipi climatici, che vanno dal desertico a ovest, alpino e glaciale a nord, tropicale umido e tropicale secco delle regioni del sud-ovest e delle isole, al subtropicale, all'arido. Da qui si innestano tutta una serie di microclimi regionali. Il subcontinente ha quattro stagioni: inverno (gennaio e febbraio), estate (da marzo a maggio), la stagione del monsone (da giugno a settembre), e un periodo post-monsone (ottobre-dicembre).
E' la seconda entità geografica per diversità culturale, linguistica e genetica dopo l'Africa.
La Costituzione non riconosce una lingua nazionale, ma diverse lingue ufficiali: l'hindi è lingua ufficiale del governo e da una a tre lingue sono designate come lingue ufficiali dei singoli stati. In India si parlano ben 179 lingue diverse: l'hindi è la più parlata oltre ad essere la lingua ufficiale dell'Unione. L'inglese, che viene ampiamente utilizzato in economia e nelle gestioni aziendali, ha lo status di lingua ufficiale sussidiaria. La Costituzione riconosce inoltre altre 21 lingue che vengono abbondantemente parlate e utilizzate nei documenti pubblici dei vari stati.
L'industria cinematografica indiana è la più grande al mondo. Bollywood, con sede nella città di Mumbay, possiede la più prolifica industria cinematografica del pianeta. Anche la musica è un'altra componente culturale che copre una vasta gamma di tradizioni e stili regionali.
In India lo sport è praticato soprattutto dalle classi ricche e dagli alti ceti della popolazione. Sono soprattutto sport di origine anglosassone i più praticati come il Cricket (ritenuto da molti lo sport nazionale), l'Hockey su prato, il Polo ed il Tennis. Di recente crescita anche il Rugby, mentre è scarsamente seguito il Calcio.
Nonostante le difficoltà economiche in cui riversa gran parte della popolazione, gli Indiani sono un popolo molto festoso ed ogni occasione è buona per fare festa. Molte loro celebrazioni sono di origine religiosa, anche se gran parte rispettate a prescindere dalla casta e dal credo. Tra le principali vi sono Diwali, Thai Pongal, Holi, Onam, Vijayadasami, Durga Puja, Eid ul-Fitr, Bakr-Id, Natale, Buddha Jayanti e Vaisakhi. Ci sono inoltre festività ufficialmente osservate nei singoli Stati, qui una breve descrizione. Le pratiche religiose sono parte integrante della vita quotidiana.
Oltre a Gandhi, un altro personaggio importante indiano fu lo scrittore Rabindranath Tagore, autore di poesie romanzi saggi e racconti, che vinse il Premio Nobel nel 1913.
Qui un documento per una più approfondita storia della millenaria civiltà indiana (da wikipedia).

Essendo un paese molto sconfinato i cibi variano da uno stato all'altro. La sua cucina, assai ricca e variegata, è il risultato di diverse cucine regionali, ognuna con un proprio carattere ma tuttte ugualmente deliziose. Nel Nord, dove il clima temperato permette l'allevamento di montoni, l'agnello viene cotto nel forno, molto lentamente. Spostandosi verso sud, attraversando Delhi e il Punjab, l'alimentazione diventa molto più ricca: oltre all'agnello si consuma il pollo e per cucinare si usa principalmene il ghee (burro chiarificato). In queste regioni si preferisce il pane al riso. Sulla costa orientale, nella Baia del Bengala, grazie al mare a ai numerosi fiumi abbonda il pesce.
Il clima torrido e umido è favorevole alle palme da cocco e quindi il cocco compare spesso nelle ricette di quelle zone. Sulla costa occidentale, nel Gujarat, dove la popolazione è in maggioranza vegetariana, si fa un gran consumo di cereali e verdure, come pure nel Tamil Nadu, nell'estremo sud. Nel clima umido e tropicale del sud-ovest, a Goa e Malabar, crescono in abbondanza datteri, palme da cocco, banane e vi sono pesci e crostacei in abbondanza. Nell'India del Sud si prediligono il riso e i cibi cotti a vapore. I piatti sono piccantissimi per tradizione, molto più che al Nord.
Paese di svariate razze e religioni è proprio la religione a influenzare maggiormente l'alimentazione con rigide regole da rispettare. Per esempio, Musulmani ed Ebrei non mangiano carne di maiale, mentre per gli Indù e i Sikh è vietata la carne di manzo. Sebbene molti Indù siano vegetariani, molti includono nella loro dieta pesci e crostacei perchè li considerano un raccolto del mare.
L'India è uno dei principali produttori nel mondo di tè e il Darjeeling è considerato il più buono al mondo, ed è quasi interamente esportato.







Ho molti libri di ricette indiane, amo questa cucina, le sue spezie e i suoi profumi, alcuni dei quali regalo di una cara amica che ha vissuto in India a lungo, e mi ha promesso di portarmici al più presto.
Seguo anche amiche di blog indiane, e la neofita FBAI indiana si è gemellata con la nostrana AIFB di cui faccio parte.
Per iniziare la raccolta di ricette indiane ho seguito una ricetta di Aparna del blog My Diverse Kitchen, musa ispratrice anche del gruppo di panificazione  We Knead to Bake.

Amo il cibo di strada, son convita che attraverso di esso si esprimano le emozioni più vere e gustose delle tradizioni culinarie di un paese.
Anche l’India fa parte di questa grande comunità di street-food, coi suoi tipi banchetti in ogni dove, così attraenti e persistentemente odorosi.
Se si domanda ad un indiano quale il suo cibo di strada preferito, la sua risposta più frequente sarà Bhelpuri, Panipuri e Pav Bhaji.
Pare che questa specialità  sia nata come pranzo per i lavoratori di un mulino  tessile a Mumbai, conveniente e facile da mangiare durante la loro breve pausa. Oggi ha superato le sue umili origini e può essere trovata nel menu nella stragrande maggioranza dei ristoranti di tutto il paese, anche perché è un piatto molto facile da cucinare e servire.
Il bhaji è una preparazione di verdure miste con cipolle, pomodori, patate e spezie di base, molto piccante e di colore rosso/arancio: le verdure vengono cucinate e poi schiacciate per dare la consistenza di un sugo denso, tipo purè. Viene solitamente servito con cipolla tritata cruda e coriandolo fresco, un pizzico di succo di lime e una generosa cucchiaiata di burro, accompagnato dal tipico pav. Per sopportare la piccantezza del piatto, il trucco è mangiare un po' di cipolla cruda prima, in modo che questa attutisca l’impatto della sensazione di calore opprimente sulla lingua (forse basterebbe dosare meglio il peperoncino, ndr).
Un’usanza locale dice che non si è mangiato il vero pav bhaji fino a quando non lo si degusta sulla spiaggia, dove la spiaggia in questione è la Chowpatty di Mumbai.
Da non perdere questo video, dove Vikas Kumar ci mostra come un venditore di strada (il suo chiosco si chiama Chandan Laxmi Pav Bhaji and Fast Food) prepara il bhaji su questa grande padella di ferro piatto chiamata Tava: la velocità e la destrezza con cui vengono schiacciate e mescolate le verdure è incredibile. E siamo proprio a Juhu Chowpatty Beach.
Il pav (spesso chiamato anche pao o pau in onore dell'eredità portoghese) per il pav bhaji  sono dei panini morbidi semidolci panini cotti uniti, tipo danubio.
Vengono poi presi singolarmente o a coppie, tagliati a metà e schiacciati sul burro fuso e serviti con il sugo di verdure.
In lingua Marathi pad significa un quarto, e probabilmente il nome deriva dall’usanza di servire il pav bhaji accompagnato da 4 panini uniti.
Ma in lingua Hindi significa piedi, e un’altra leggenda sostiene che l'impasto per questi panini, prodotti in quantità enormi, fosse fatto con i piedi al posto delle mani, per produrne abbastanza da soddisfare la grande richiesta.
In questo video Nisha Madhulika ci mostra (in lingua originale) come fare i pav. In inglese si possono seguire le istruzioni dello chef di Cooking Shooking.







Laadi Pav


250 g di farina 0
130/150 g di latte tiepido
un cucchiaio di olio o di burro ammorbidito
1 cucchiaio di miele o di zucchero
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di lievito secco o 5 g di lievito di birra
burro fuso per spennellare a fine cottura







Sciogliere il lievito fresco nel latte (per quello secco seguire le indicazioni riportate).
In una ciotola mettere la farina e lo zucchero, iniziare ad impastare aggiungendo il latte a filo, l’olio (o il burro) e per ultimo il sale.
Deve risultare un impasto molto morbido. Formare una palla e mettere a levitare in una ciotola unta, coperta, fino al raddoppio.
Trasferire poi sul piano di lavoro e dividere l’impasto a metà, poi in quarti ed infine in ottavi.
Formare una pallina per ogni ritaglio e metterle a lievitare in uno stampo rettangolare leggermente distanziate tra loro e coperte con un panno umido per circa 30/40 minuti.
Infornare a 200° per 10/13 minuti, non devono scurire molto.
Una volta tolte dal forno pennellare con il burro fuso e lasciare raffreddare su una griglia.



Bhaji
(Curry di verdure piccante)


Bhaji (che si pronuncia con la a strascicata, quasi doppia) significa verdure, da non confondere con la stessa parola pronunciata con la a corta, che significa frittelle.







La consistenza delle verdure, solitamente schiacciate a purè, potrebbe anche essere differente, con le verdure a pezzettini se piace.
È possibile utilizzare il pav bhaji masala *, come quello che mi ha portato la mia spacciatrice indiana fiduciaria, oppure preparare un mix di spezie come in ricetta per avere un sapore autentico (per non sbagliare ho fatto metà e metà). Solitamente un terzo di cucchiaino per spezia, ma la quantità segue la propria indole, come l’uso del peperoncino preferito, più o meno piccante, a proprio gusto.





* mix di spezie così composto, in ordine decrescente: coriandolo - peperoncino rosso - mango - cumino - sale iodato - finocchio - cassia - zenzero - pepe nero - chiodi di garofano - cardamomo - noce moscata - carvi - anice stellato - macis


Ingredienti:

verdure miste
(carota, cavolfiore, fagioli, piselli)
1 patata grande
1 cipolla grande, tritata
2 pomodori grandi
1 cucchiaino di aglio in polvere
zenzero fresco grattugiato
olio extravergine di oliva
curcuma
peperoncino rosso
coriandolo
cumino
garam masala
coriandolo fresco







Cuocere a vapore carota, cavolfiore, fagioli e piselli.
Sbollentare i pomodori, privarli della pelle e tagliarli a cubetti.
Usare un wok capiente: soffriggere aglio e zenzero in un paio di cucchiai di olio, aggiungere mezza cipolla tritata e cuocere a fiamma vivace finché leggermente traslucida (se necessario aggiungere un goccio di acqua in modo che non bruci).
Aggiungere i pomodori e cuocere finché ben morbidi. Schiacciarli bene col cucchiaio.
Unire il mix di spezie e cuocer a fuoco medio finché il profumo delle stesse si esaurisce.
Schiacciare le verdure con la forchetta o il passaverdura fino ad ottenere un purè e aggiungerlo nel wok.
Salare leggermente, diluire con mezzo bicchiere di acqua e cuocere 5/10 minuti finché ben amalgamato, aggiungendo ancora un po’ di acqua se necessario.
Prima di servire aggiungere un paio di cucchiai di burro fuso e guarnire con coriandolo fresco tritato.

Come servire il pav bhaji: sciogliere un paio di cucchiai di burro in una padella. Tagliare un panino (non del tutto), aprirlo e posizionare entrambi i lati interni sul burro fuso e lasciarlo assorbire, rosolandolo leggermente. Mettere il panino su un piatto, aggiungere un paio di mestoli di bhaji di lato (anche dentro al panino) e servire con la rimanente cipolla tritata, qualche goccia di succo di lime fresco e ancora una cucchiaiata di burro fuso.







Vi aspetto speziatamente ai fornelli fino al 16 novembre compreso.


Namaste
 (नमस्ते)


La nostra raccolta indiana - Our Indian Collection



Salato - Savoury


Biryani vegetariano
Tamara

 Cheppankizhangu/Seppankilangu Varuval - Taro root roast - Radice di taro al forno
Cristina

Indian-style Spicy Chicken 
Pakora 
Chicken Biryani
Eloisa

Tandoori Murghi
Jhinga Tandoori
Carla Emilia

Phool Kopir Dalna
Pinko 

Zuppa Mulligatawny
 Pollo al tikka masala con riso thay e pomodori piccantini
Elena 

Merluzzo con Fish-Curry Masala
Sara

Dahl Indiano e Basmati alla Curcuma
Sabrina

Punjabi Aloo Chole
Rosa Maria

Samosa alle verdure
Resy

Besan ka Cheela e Raita alla menta
Manuela

Aloo Tikki - Polpette di patate e piselli - Potato & Pea Patties 
 Khiceri
Terry

Potoler Dolma
Sanhita 

Panch Phoran - Masala bengalese 
Cristina 

Dum Aloo Punjabi
 Merce

Chana Masala
Alejandro 

Raita ai cachi - Persimmon Raita
Simona





 

Pani - Bread


Butter Naan
Lucia

Chapati o Roti
Puri - Pane fritto
Resy

Chapati 
Naan
Eloisa

Naan
Dosa di lenticchie rosse 

Miss Roti
Tamara

Pane Naan
Carla Emilia

Pane Naan al pepe nero e cardamomo 
Parathas
Alessandra

Gajar Paratha - Carrot Paratha - Pane ripieno alle carote
Cristina

Naan al Curry e Chapati - Curried Naan & Chapati
 Cinzia

Chapati
Alejandro 

Chapathi e Metha Parathi
Terry





 


Dolci - Sweet


Kulfi gelato
Marta

Patisa o Soan Papdi 
Nankathai
Coconut Ladoo e Rava Coconut Ladoo

 Jalebi
Chocolate Sandesh 
Karanji
Resy

Indian Milk Cake
Mysore Pak
NanKathai 
Aparna K.

Singhare Halwa - Dolce alle castagne
Morena

Dolcetti al cocco
Tamara 

Kesar Suji Halwa
Anisja

Chawal ki Kheer
Rosa Maria 






 


Drinks


 
The Chai Masala
Marta

Royal Bengal Tiger Tea - Cognac Indian Tea
Kela ka Rayta 

89 commenti:

Rosa Maria Tenore ha detto...

Il tuo post non basta leggerlo, va studiato con attenzione. Ci sono mille spunti da approfondire, grazie :) Sono emozionata di avventurarmi alla scoperta di questa terra e di questa cucina. Mi metto a studiare per la nostra carovana.
Bacioni

resy ha detto...

Cara Cinzia non potevi introdurci in India in modo migliore. Il mio viaggio in questa terra risale a tantissimi anni fa, ma il ricordo dei profumi dei fiori e delle spezie insieme a quello del cibo cucinato per le strade ti assicuro che è vivissimo, la tua ricetta sono sicura che mi farebbe tornare con la mente in quelle strade tra quegli odori inconfondibili. A presto con una ricetta!! ;-)

Martissima ha detto...

ti ho passato il testimone e lungo la strada per arrivare in albergo mi prendo al volo questi panini golosi ... che in aereo non é che abbia poi mangiato molto :-)

Gata da Plar - Mony ha detto...

ECCOMI!!!!

PANEER (formaggio fresco indiano)
http://gatadaplarr.blogspot.it/2014/10/paneer-per-lindia-la-seconda-tappa.html

Stracomplimenti per il post e la presentazione del tuo piatto, sempre a livelli stratosferici!!!
Comincio a soffrire da ansia da prestazione... :DDD

E poi... metti quei pentolini in cassaforte, che se passo da casa tua spariscono in un battibaleno!!! ^^

Baciiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Anima Paleo ha detto...

Bellissimo post, interessante e descritto molto bene! Vado alla ricerca di una ricetta e torno, a presto! Morena

Cindystar ha detto...

Rosa Maria, posso offrirti un té alla prima pausa di studio?

Resy, fortunata tu che ci sei stata!
Saprai allora illuminarci meglio, magari con qualche foto del tuo bel viaggio :-)

Cindystar ha detto...

Monia, sono senza parole, ancora non ho levato la divisa da pilota e già una ricetta pronta? Non mi svesto e arrivo subito ;-)
Panini e curry piccanti erano veramente buoni, non farti prendere dall'ansia, ci sono moltissimi piatti facili e veloci, ma non per questo banali, tutt'altro.
la mia collezione di pentolini in alluminio è infinita, saccheggio tutti i mercatini quando sono in Francia :-), però potrei prendere ordinazioni di acquisto :-)

Morena, nel frattempo una tazza di té anche per te? :-)

Un'arbanella di basilico ha detto...

Che bel post Cinzia, sono pronta a raggiungerti per un the, bacioni

Cindystar ha detto...

Marta, grazie per il testimone, e tirerò le orecchie alle mie hostess che non ti hanno coccolato abbastanza! :-)

Carla, grazie, aggiungo una tazza ;-)

resy ha detto...

Cinzia, ho due caricatori interi di quel viaggio, ma di diapositive. Questo la dice lunga sull'epoca in cui ci sono stata. Se riesco faccio una foto di qualche diapositiva, altrimenti cercherò sul web foto dei posti che ho visitato, troppo pochi rispetto alla vastità di quel paese. ;-)

franci e vale ha detto...

Bellissimo post! Io che amo e conosco abbastanza l'India essendoci stata una dozzina di volte, non posso che apprezzare! Ho ricette che dovrei condividere, fatte questa estate da un'amica del Kerala mia ospite, e spero di riuscire a partecipare. ...spero, perché lo dico sempre e poi non lo faccio quasi mai!!
Comunque complimenti! Ciao franci

sabrina tocchio ha detto...

Per un attimo mi sono immersa in quei profumi e colori...bene anche a me piace questo paese!

crumpetsandco ha detto...

Bellissimo il tuo post di introduzione! E che piatto... Sto sbavando, amo la cucina indiana!
Ma quei pacchetti di spezie? Da dove arrivano? Voglioooo! ;)

Fr@ ha detto...

Ho letto con molto piacere questo post dedicato all'India, paese che mi affascina molto.
Adoro i cibi di strada anch'io e soprattutto le spezie.


Intanto contribuisco alla raccolta con questa ricetta postata alcuni anni fa.

http://sciroppodimirtilliepiccoliequilibri.blogspot.it/2012/06/pakora-di-verdure-tritate-con-chutney.html

Aiuolik ha detto...

Ci siamo! Ora l'abbecedario è pronto per aspettare le tante (tantissime?) ricette che arriveranno! http://abcincucina.blogspot.com.es/2014/10/b-come-balarampur.html. :-*

Gata da Plar - Mony ha detto...

Cindy non istigar Gata che dorme... :DDD
Dici che li trovi ai mercatini francesi?
Magari allora li trovo anche qui da noi... di solito sono fissata su mestoli & C. in alluminio, che poi dipingo e decoro...
Ok... parte una nuova Caccia! ^_________^

Intanto ti lascio un'altra ricettina :)

NAVRATHNA KURMA
Verdure con formaggio (paneer) fritto

http://gatadaplarr.blogspot.it/2014/10/navrathna-kurma-verdure-con-formaggio.html

Bacioni!!!

Cindystar ha detto...

Resy, anche io facevo diapositive una volta, rendevano di più ed era più emozionante vederle dal proiettore. Spero tu riesca a trasformarne qualcuna, sarebbe ancora più coinvolgente ;-)

Franci, dai, ci sono tre settimane di tempo, spero tanto tu ci riesca!

Sabrina, forza, che sarà bello condividere insieme un pensiero e una ricetta tua ;-)

Cindystar ha detto...

Terry, grazie, quei pacchettini profumati arrivano direttamente da Delhi, regalo di una cara amica, e li custodisco gelosamente :-)

Fra, grazie per il tuo goloso spuntino, adoro i chutney! ;-)

Elo, ho paura che per questo paese ne arriveranno veramente tante :-)
Grazie per il tuo lavoro e per la board su Pinterest, ora ho capito come funzia :-)

Cindystar ha detto...

Monia, grazie per la ricetta, molto sfiziosa ;-)
E ... buona caccia argentata! :-)

Torta di Rose ha detto...

Ciao comandante!!! Bellissimo post di presentazione!!!
Ecco la mia ricetta

http://www.tortadirose.it/secondi/mughlai-chicken-india

grazie :)

Martissima ha detto...

ho raccolto le mie ricette indiane giá pronte in un unico post e te le porto, ma sicuramente ne arriverá anche una inedita, in India al contrario di Samoa c'é l'imbarazzo della scelta. http://viaggiarecomemangiare.blogspot.it/2013/11/ricette-dallindia.html

Cindystar ha detto...

Grazie, Lucia, ora tutto a posto ;-)

Marta, potrebbe essere un pasto completo, namaste! :-)

Anima Paleo ha detto...

Eccomi con la prima ricetta indiana, non è stato facile districarsi nella moltitudine di ricette ma intanto ti porto il pollo alle erbe in stile Kerala. Alla prossima! Morena http://armoniapaleo.blogspot.it/2014/10/baked-chicken-drumstick-with-fresh.html

Cindystar ha detto...

Grazie, Morena, un pollo molto profumato e gustoso, perfetto per questa sera ;-)

Torta di Rose ha detto...

Ho messo il logo ABC nei post di ricette indiane già pubblicata che ti lascio...spero vada bene in questo modo (senza ri-pubblicare!)
http://www.tortadirose.it/salati/lievitati-salati/butter-naan
http://www.tortadirose.it/zuppe/mushroom-and-chickpea-masala
http://www.tortadirose.it/secondi/chilli-chicken
ciao :)

Cindystar ha detto...

Ciao Lucia,
grazie per le tue deliziose ricette ma dobbiamo essere u pochino più precisi. Mi spiego: se non vuoi ripubblicare le ricette, devi mettere in ogni post di ogni ricetta il riferimento all'evento e al blog ospitante, solo l'utilizzo del logo è facoltativo. Per tanto, ti chiedo gentilmente di aggiungere i vari link nelle ricette, per correttezza nei riguardi di tutti i partecipanti ;-) Grazie.

resy ha detto...

Eccomi Cinzia, sono riuscita a pubblicare il post con la prima ricetta indiana, spero vi piacciano sia la ricetta che il mio resoconto di viaggio!! ^-^http://le-tenere-dolcezze-di-resy.blogspot.it/2014/10/chapati-o-roti-il-pane-indiano-per.html

Torta di Rose ha detto...

ecco l'ultima ricetta già pubblicata
http://www.tortadirose.it/secondi/chicken-tikka-masala
grazie
ora spero di aver messo tutti i link (non voleva essere un'omissione ma è stata una dimenticanza)

Cindystar ha detto...

Grazie, Lucia, aggiunta ;-)

Tamtam ha detto...

ciao carissima, ti lascio la mia prima ricetta, fra qualche giorno l'altra che ho già fatto e mangiato, il tuo post è affascinante, un abbraccio

Aiuolik ha detto...

Ti lascio anche il mio chapati :-) http://muvara.blogspot.com.es/2014/10/labbecedario-culinario-mondiale-chapati.html...ma è solo l'inizio!

Cindystar ha detto...

Grazie, Tamara e Elo, aggiungo e vengo ad assaggiare ;-)

Cindystar ha detto...

Tamara, per correttezza lasciami il link alla ricetta qui nei commenti ;-)

Tamtam ha detto...

eccomi...
Ecco il pane Naan, ottimo, il mio aromatizzato al curry e polvere di cipolla..Cinzia Martellini Cortella per te carissima
http://www.unpezzodellamiamaremma.com/2014/11/pane-naan.html/

Tamtam ha detto...

mi dispiace per il link precedente non l'ho lasciato perché mi sono dimenticata, rimedio...
http://www.unpezzodellamiamaremma.com/2014/10/biryani-vegetariano.html/

scusami, solo distrazione...baci

Cindystar ha detto...

Grazie per il pane, Tamara, apprezzattisiimo, e nessun problema per il link precedente, è un mio vizio avere le cose fatte per benino, se possibile :-)))

Aiuolik ha detto...

Altra ricetta in arrivo sul binario 10 :-) http://muvara.blogspot.com.es/2014/11/labbecedario-culinario-mondiale-indian.html. Ciaoooooo

Cindystar ha detto...

Grazie, Elo, aggiungo subito ;-)

crumpetsandco ha detto...

Ciao Cindy. Il tempo da dedicare alla cucina ahimè scarseggia e per ora ti lascio due drink...
http://crumpetsandco.wordpress.com/2014/11/04/guava-lassi/

http://crumpetsandco.wordpress.com/2010/03/30/kesar-lassi/

Bacioni
Terry

Cindystar ha detto...

Grazie, Terry, vengo subito a dissetarmi e aggiungo alla lista ;-)

Un'arbanella di basilico ha detto...

Ecco le mie prime ricette
http://arbanelladibasilico.blogspot.it/2014/11/pane-naan-e-tandoori-murghi-siamo-in.html
un bacione e a presto :)

Anima Paleo ha detto...

Buongiorno Cinzia, arrivo dalla regione indiana del Punjab ;-) e ti porto la ricetta di un contorno speziatissimo. A presto, Morena http://armoniapaleo.blogspot.it/2014/11/sweet-potato-saag-aloo-curry-indiano-di.html

Tamtam ha detto...

Dal meridione dell'India ancora un pane, questo è da rifare subito...un abbraccio
http://www.unpezzodellamiamaremma.com/2014/11/dosa-di-lenticchie-rosse.html/

Cindystar ha detto...

Tamara, ma come son felice di tutti questi bei pani, aggiungo anche il tuo! ;-)

Pinko Pallino ha detto...

Eccomi qui con la, spero prima se faccio in tempo, proposta:
http://pinkopanino.blogspot.it/2014/11/phool-kopir-dalna.html
A prestoo!!!

elena ha detto...

Ciao Cinzia, ecco il mio primo contributo... ho in mente qualche altro piatto...spero di riuscire!!!
http://zibaldoneculinario.blogspot.it/2014/11/zuppa-mulligatawny-zuppa-indiana.html
un bacione!

elena ha detto...

Ciao Cinzia, mi sono ricordata di avere pure questa in archivio...
http://zibaldoneculinario.blogspot.it/2012/09/pollo-al-tikka-masala-con-riso-thay-e.html
arribacioni!

Anima Paleo ha detto...

Buongiorno Cinzia. Dal Punjab mi sono spostata nel Bengala e ti porto una crema di castagne profumata al cardamomo adatta per la colazione. Un abbraccio. Morena :-) http://armoniapaleo.blogspot.it/2014/11/singhare-halwa-dolce-indiano-alle.html

Alessandra Gio ha detto...

Cindy, cara, ecco che arriva anche il mio Naan. Ho visto che ce ne sono già diversi...questo è con pepe nero e cardamomo! Un abbraccio! http://www.ricettedicultura.com/2014/11/pane-naan-per-la-b-di-balarampur-india.html

Cindystar ha detto...

Pinko, grazie, e puoi spaziare per tutte le regioni indiane, da nord a sud, da est a ovest ;-)

Elena, vengo subito a prendermi una tazza di zuppa ;-)

Cindystar ha detto...

Elena, grazie anche per il bis ;-)

Morena, stai attraversando tutta l'India, mi fa moltopacere :-)
Domani a colazione una crema di castagne anche per me, grazie!

Cindystar ha detto...

Ale, non ti preoccupare, non sono mai abbastanza, e poi il tuo è diversamente speziato! ;-)

Tamtam ha detto...

carissima ecco il terzo ed ultimo pane, questo con farina di ceci, lo adoro...

http://www.unpezzodellamiamaremma.com/2014/11/missi-roti-con-farina-di-ceci.html/

Cindystar ha detto...

Tamara, tu mi vuoi far indigestione di pani!!! :-)
Arrivo subito, famina :-)))

Rosa Maria Tenore ha detto...

Ci sono :) questa settimana tornero' a farti visita!!!!
http://tor-te-e-din-tor-ni.blogspot.it/2014/11/punjabi-aloo-chole-zuppa-di-patate-e.html

Cindystar ha detto...

Grazie, Rosa, ti aggiungo subito e poi vengo a pranzo da te oggi :-)

Aiuolik ha detto...

Ho visto che mi hai già inserito anche coi pakora :-* Grazieeeee! Mercoledì e venerdì ne arrivano altre due!

Cindystar ha detto...

Elo, non ho resistito :-)
Ti chied solo una piccola cortesia: quando ritorni, lasciami comunque il link ai pakora, per correttezza e controllo finale, grazie! :-)

Un'arbanella di basilico ha detto...

Ciao Cinzia, ecco un'altra ricetta
http://arbanelladibasilico.blogspot.it/2014/11/jhinga-tandoori-per-labbecedario.html
Un abbraccio :)

Rosa Maria Tenore ha detto...

Eccomi con la seconda ricetta :)
http://tor-te-e-din-tor-ni.blogspot.it/2014/11/golden-milkil-latte-doro.html

manu ela ha detto...

Ciao sono Manuela. Vorrei unirmi a voi per questo viaggio in questo paese così interessante e vario. Ne so ancora troppo poco e sto leggendo con molto piacere quello che scrivi.
Intanto ti mando queste ricette Besan Ka Cheela e Raita di cipollotti, menta e zenzero.
http://adietadalunedi.blogspot.it/2014/11/besan-ka-cheela-e-raita-alla-menta-per.html
Ciao, a presto.

Cindystar ha detto...

Grazie, Carla, vengo a fare scorta già di primo mattino ;-)

Rosa, arrivo subito, subitissiimooooo! :-)

Cindystar ha detto...

Manuel, felicissima che ti sei unita all'Abbecedario, sarà un lungo ed intenso viaggio supergoloso! ;-)

crumpetsandco ha detto...

Ciao Cindy!
Ecco un'altra ricettina
http://crumpetsandco.wordpress.com/2014/11/13/aloo-tikki-polpette-indiane-di-patate-e-piselli-indian-potato-and-pea-patties/

baci baci

Cindystar ha detto...

Grazie, Terry, ne avevo proprio bisogno ora, languorino time :-)))

Tamtam ha detto...

carissima Cindy non potevo congedarmi senza un dolcetto, si fanno in 10 minuti e si mangiano in un secondo...strepitosi, un abbraccio

http://www.unpezzodellamiamaremma.com/2014/11/dolcetti-al-cocco.html/

Cindystar ha detto...

Grazie, Tamara, allungo la lista dei dolci ;-)

crumpetsandco ha detto...

Ciao tesoro,
Siamo alle ultime battute e ci do dentro, ecco un'altra ricettina

http://crumpetsandco.wordpress.com/2014/11/14/khicheri-riso-indiano-con-fagioli-mung-e-spezie-indian-spiced-rice-with-mung-dal/

Bacioni

Cindystar ha detto...

Terry, è vero ultimissimi giorni, e un pochino mi dispiace :-(
Ma visiteremo tantissimi altri paesi, molti a me sconosciuti, e mi ritorna presto l'allegria! :-)
Grazie ancora per il tuo costante supporto ;-)

Anima Paleo ha detto...

Ciao Cinzia, eccomi a concludere questo bel viaggio in India con il delizioso Golden Milk nella mia versione espressa ;-) Un abbraccio e grazie per l'ospitalità! Morena http://armoniapaleo.blogspot.it/2014/11/golden-turmeric-coconut-milk-latte-doro.html

Alessandra Gio ha detto...

Ancora un pane-focaccina, Cindy, questo senza lievito, le parathas (o i parathas?)... Eccole: http://www.ricettedicultura.com/2014/11/parathas-pane-senza-lievito-India.html :)

Aiuolik ha detto...

Eccomi come promesso :-)
Le ricette della settimana sono:
chicken biryani (appena pubblicato): http://muvara.blogspot.com.es/2014/11/labbecedario-culinario-mondiale-biryani.html

naan: http://muvara.blogspot.com.es/2014/11/labbecedario-culinario-mondiale-naan_12.html

pakora (che però hai già nella lista qui sopra): http://muvara.blogspot.com.es/2014/11/labbecedario-culinario-mondiale-pakora.html

Ciaoooo

Aiuolik ha detto...

L'Uomo in Bagno è in viaggio, per cui ti lascio il suo chapati: http://dalbagnoallacucina.wordpress.com/2014/11/14/chapati/.
Mi ha anche detto che domenica uscirà l'altra sua ricetta ;-)

Cindystar ha detto...

Morena, non voglio pensare che siamo agli sgoccioli, altrimenti mi intristisco, vengo a pre-consolarmi col tuo latte dorato ;-)

Ale, ma quanto mipiacciono le preparazioni panose, grazie!

Cindystar ha detto...

Elo, grazie per questa tripletta! ;-)

E grazie anche per il chapati dell'ometto viaggiatore :-)))

Aparna Krishnakumar ha detto...

Dear Cinzia,

My contribution for the India leg of the tour.

http://storiesfromthemahecoast.blogspot.in/2014/11/nankhatai-indian-cookie-world-culinary.html

Thank you.

elena ha detto...

eccomi con una bevanda, e che bevanda!!!
http://zibaldoneculinario.blogspot.it/2014/11/masala-chai-te-speziato-indiano.html
Bacioni!

Cindystar ha detto...

Aparna, thanks for being part of the ABC World Culinary Tour ;-)

Elena, grazie, ne ho proprio bisogno ora ;-)

crumpetsandco ha detto...

Ultima ricettina per questa tappa!!!
Grazie mille per l'ospitalità :)

http://crumpetsandco.wordpress.com/2014/11/16/chapati-methi-paratha-due-velocissimi-pani-indiani-two-very-easy-indian-flatbreads/

Bacioni
Terry

Cindystar ha detto...

Ma Terry, grazie a te per il tuo supporto costante ;-)

Aiuolik ha detto...

Ecco il chana masala dell'Uomo in Bagno (ora Uomo in Viaggio): http://dalbagnoallacucina.wordpress.com/2014/11/16/chana-masala/ :-)
E fra poco torno con un'altra ricetta :-)

Aiuolik ha detto...

Cinzia, ecco la sorpresa. La Trattoria ha ospitato questa ricetta di Elastic Woman :-) http://muvara.blogspot.com.es/2014/11/labbecedario-culinario-mondiale-di.html.
Ciaooooo

Anisja ha detto...

Ciao, ti lascio il link della ricetta che ho appena pubblicato per l'Abbecedario http://lacucinadianisja.blogspot.it/2014/11/kesar-suji-halwa-per-labbecedario.html
Si tratta di un dolcissimo dolce, assolutamente da provare ....
Grazie per l'ospitalità
A presto ....

Cindystar ha detto...

Grazie, Elo, ambasciatrice infinita :-)))

Cindystar ha detto...

Anisja, grazie, corro a prendermene un paio, mi faranno compagnia mentre lavoro ;-)

Simona Carini ha detto...

E arrivo anche io con la mia ciotolina di raita ai cachi: http://www.pulcetta.com/2014/11/raita-cachi-persimmon-raita.html

Grazie Cinzia!

Cindystar ha detto...

Grazie, Simo, aggiungo ;-)

Rosa Maria Tenore ha detto...

Eccomi con l'ultima ricetta Cinzia! Grazie, è stato un soggiorno bellissimo
http://tor-te-e-din-tor-ni.blogspot.it/2014/11/chawal-ki-kheernamaste-shukriya.html

Cindystar ha detto...

Grazie, Rosa, ho imparato molto anche da voi! ;-)

Posta un commento

grazie della visita e gentilmente firma sempre i tuoi commenti!
thanks for passing by and please sign up your comments!

Template Design | Elque 2007