26 aprile 2009

Fiori di glicine fritti - WHB # 180



Ho due bellissimi glicini (Wisteria Sinensis) in giardino. Il più vecchio, ormai ventennale, copre una grande pergola a ridosso della casa favorendo una terrazza ombrosa nelle lunghe giornate assolate estive. E' una cara pianta che mi sono tirata su con tanto amore perchè mi piace molto e la soddisfazione di queste fioriture imperiose mi affascina sempre.

In questo periodo è nel suo massimo splendore, il profumo che mi regala è inebriante ed è quasi fastidioso lo sciamio continuo di api e calabroni che ronzano a più non posso tra i suoi fiori alla ricerca di quel nettare dolce e prezioso che offre. Non necessita di grandi cure, il glicine è molto robusto e vigoroso, basta indirizzarlo bene i primi anni e non avere timore di potare senza scrupoli i rami minori a febbraio per assicurarsi una fioritura eccezionale.
Un'accortezza da avere al momento dell'acquisto: meglio prenderlo nel momento della fioritura, per essere sicuri del colore che si sceglie. Io ho fatto l'errore di acquistarlo in autunno, e il bel viola promesso alla vendita si è rivelato poi pallidissimo, quasi bianco. L'altro glicine piantato dietro casa è molto più giovane, ha solo tre anni e me lo sono portato a casa dall'Elba. E' una pianta che Mario, il proprietario della casa che affitto in estate per le vacanze, ha fatto dal suo. Sta crescendo alla grande e ci sono molto affezionata, è come se avessi un pezzetto del mio giardino elbano tutto l'anno vicino a me! E piace molto anche ad api e calabroni lacustri!

I fiori del glicine comune sono commestibili, fanno parte delle leguminose, come le robinie, altra varietà che ben si presta alla frittura. Sono fiori dolci perchè pieni di nettare, molto apprezzati anche dalle api che ne fanno la loro sede preferita per tutto il periodo della fioritura.


Si può friggerli nella classica pastella fatta mescolando qualche cucchiaio di farina con uovo, latte e un pochino di zucchero (aromatizzando con un cucchiaio di cognac o altro liquore per smorzare il sapore dell'uovo) o semplicemente con una pastella di farina sciolta con una bevanda gassata fredda a scelta tra acqua, birra o prosecco. Io preferisco quest'ultima, più veloce, leggera e croccante.


Basterà intingere i grappoli nella pastella (se sono troppo grandi si possono tagliare), friggerli in olio bollente pochi minuti finchè dorati da entrambe le parti. Asciugarli bene su carta assorbente, cospargerli di zucchero e gustarli così, magari ad occhi chiusi... mmmhhhh, certo che le api se ne intendono di fiori succulenti!!!




Questa ricetta partecipa al WHB # 180 ospitato da Rachel di The Crispy Cook
This recipe participates to WHB # 180 hosted by Rachel from The Crispy Cook
Thanks again to Haalo who manages greatfully all events,
Thanks again to Kalyn for her successfull idea!


Fried Wisteria Flowers



I have two beautiful wisteria in my garden. The biggest is now twenty years old, covering a large pergola on a side of the house, giving a shady terrace in the long sunny summer days. It's one of my favorite plants, I have grown with so much love and its wonderful blooming always fascinates me.

Early Spring is the best season to enjoy, its perfume is intoxicating and it's amazing the continuous and annoying buzz of bees and hornets flying into the flowers in search of the sweet nectar. Wisteria does not need great care, it is a very strong and vigorous plant, you just need to direct the major branches in the first years and have no fear of pruning, even ruthless, the minor s in February to ensure an exceptional flourishing.
A little warning if you intend to purchase: the best buy is when flowering, to be sure the color you choose. I made a big mistake and bought it in Autumn, and I was sadly surprised when I got a pale blooming, almost white. The other wistaria planted behind the house is much younger, it's only three years old and comes from Elba island. It's a plant that Mario (the owner of the house I rent for holidays every summer) has made from his. It is growing fast and has a particular place in my heart: I have a piece of Elba close to me all year around!

Wisteria sinensis flowers are edible, they belong to Leguminosae as well as Robinia, another variety to fry. Its flowers are very sweet because so full of nectar, very much appreciated by bees too crowding for the whole period of flowering.


You can fry using the classical batter made mixing a few tablespoon of flour with egg, milk and a bit of sugar (flavored with a tablespoon of cognac or other liquor to dampen egg flavor) or with a simple batter made of flour dissolved in a cold fizzy drink at your choice between water, beer or prosecco. I prefer the latter, it's faster, lighter and crisper.
Just dip the grapes into the batter (if too large they can be cut), fry in hot oil a few minutes until golden on both sides. Dry them well on absorbent paper, sprinkle with sugar and straight away in the mouth, better with closed eyes ... mmmhhhh, no doubt bees know well where succulent flowers are!

21 commenti:

Rachel ha detto...

Grazie mille for contributing such a lovely dish to Weekend Herb Blogging #180. Beautiful photos too.

Milla ha detto...

Ciao Cindy, non sapevo che i fiori di glicine, bellissimi e profumatissimi, fossero anche commestibili...le api se ne intendono si...la natura difficilmente sbaglia!

dolci chiacchiere ha detto...

beh devo dire che le foto dei tuoi glicini sono bellissime e non sapevo assolutamente che fossero commestibili.ciao e buona serata.katia

Elra ha detto...

OMG Cindy,
I have this wisteria covering the arbor outside my kitchen and my family room, I had no idea that this is edible. The problem is I am not sure whether this is wisteria sinensis (the label is long gone). Look exactly the same as yours. I actually thinking about getting rid of this vines, as this really drive me crazy, messy, and you have to keep pruning it. But now, I change my mind after reading your post. I'll just need to keep reminding my gardener to not forget to prune!

I wonder if I can just try to fry the flower, even though I am not sure mine is wisteria sinesis or not? and also only a few flowers are left at the moment.
Great post Ci!
Baci,
elra

Kitty's Kitchen ha detto...

CIAO CINDY! Questi li ho assaggiati e sono buonissimi! Le tue foto mi piacciono sempre un sacco!

Nanny ha detto...

Woooooooooooo è fantastica qst ricetta.La mia mamma ha una pianta enorme in giardino,ora che gli dico qst cosa nn potrà crederci,hanno un aspetto magnifico anche fritti !!

furfecchia ha detto...

sapevo che dei fiori di glicine fritti e mi hanno detto che sono anche molto buoni... purtroppo il glicine della mia vicina (io non ce l'ho!:-( ) è già sfiorito... prima o poi gli stacco qualche ciocca di fiori!
Ciao
Silvia

fantasie ha detto...

Che bella idea e che belle foto! Brava

Simo ha detto...

Ma daiiii...questa proprio non la sapevo!!!!!!!!!
Che meraviglia il tuo giardino.........
baci!

JAJO ha detto...

Tiffanyyy, vabbe' che hai tante bocche da sfamare in casa ma... addirittura ricorrere ai glicini.... hahahaha
Scherzi a parte, adoro il glicine; da oggi mi piace per un motivo in più (che sinceramente ignoravo).
Un bacione

P.s.: conto i giorni :-D

P.p.s.: il "bimbo" cresce bene :-D

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Ma dai?! Qui si mangiano i fiori di sambuco fritti, ma non sapevo dei glicini. Bella e profumatissima scoperta.
Ciao
Alex

Saretta ha detto...

Io ero rimasta alla robinia e pensavo che il glicine fosse velenoso!!!VEdi quante cose s'imparano?!Grazie per averci fatto scoprire questa delizia!Un saluto a te ed al meraviglioso Garda :D
Saretta

Joan Nova ha detto...

That's so interesting -- and such beautiful photos.

Mirtilla ha detto...

con le tue proposte,e le bellissime descrizioni,mi incanti sempre ;)

Antonella ha detto...

Maddai....conoscendoti, dovevo immaginare..... quando al telefono mi hai parlato degli splendidi glicini del tuo giardino, che li avresti messi in padella!!! :D
Sei unica!!!
Anche i cheese cake qui su fanno gola ;))
Un bacione e buona serata!

Mediterranean kiwi ha detto...

i had no idea this flower was edible - wow!

il_cercat0re ha detto...

wow! e chi l'avrebbe mai detto...
sono stupendi! chissà che sapore hanno :-)

Petra aka Cascabel ha detto...

Great idea! Thanks for enlightening me about the edibility of wisteria.

Kaverani ha detto...

Mamma mia! Che gran' idea!
Complimenti, carissima Cindystar!

Cindystar ha detto...

Grazie a tutti, thanks everybody!

Allora, testi autorevoli danno il glicine come fiore commestibile, io l'ho mangiato (e anche Kitty...) e ancora siamo qua... solo su wikipedia in inglese ho trovato che alcune specie particolari non lo sono ma, come ho letto per altri fiori, di solito succede quando le piante vengono innestate e modificate per ottenere esemplari con determinate caratteristiche e colori particolari. Quindi il glicine volgare comune non ne fa parte!

Alex, io non sapevo del sambuco fritto! Con quello ci faccio un'ottima bevanda, ora come fiorisce metterò la ricetta.

Il Cercatore, sono dolci, sanno quasi di violetta candita.


Jajo, conto anch'io, un bacio al bimbetto!

Mediterranean kiwi,
Petra aka Cascabel
Elra,
I made a little research and found in several books that wisteria is edible. I have eaten (and also Kitty did) ...and still we are here!
I only read on English Wikipedia something about wisteria edibility: the flowers of some varieties are edible, and can even be used to make wine. Others are said to be toxic.
It happens also for other flowers, as I read for Chrysanthemum, commonly edible, that when plants are grafted and modified to obtain different characteristics and colors, they may become toxic.
Wisteria sinensis is the most common and easy to grow, I suppose you have that, Elra. Please, don't get rid of it! I will teach you this winter how to prune it and it will come out more elegant and in order! You can start in summer as well, all the new branches you dislike (and make a mess), don't hesitate: cut off, cut off, cut off!

viagra cialis levitra ha detto...

viagra online pharmacy

Posta un commento

grazie della visita e gentilmente firma sempre i tuoi commenti!
thanks for passing by and please sign up your comments!

Template Design | Elque 2007