4 agosto 2013

Marketing in London


Non posso lasciare il Regno Unito senza spendere due parole sulla città che amo di più al mondo e che ne è anche la capitale, Londra.
Me ne sono innamorata da liceale, ci ho vissuto per sei mesi dopo il liceo e ogni volta che ci ritorno è sempre più affascinante e coinvolgente.
Ora ho il mio quarto figlio che ci abita e lavora, ha deciso di prendersi un anno sabbatico per fare esperienza, imparare meglio la lingua e magari, se le cose dovessero girare per il verso giusto, anche decidere di risiederci più a lungo. A me non dispiacerebbe, anzi, il mio sogno nel cassetto contemplerebbe un figlio sistemato in ogni continente della terra, così non avrei che l'imbarazzo della scelta di dove andare a svernare :-).
Per chi vuole visitare Londra, non c'è che l'imbarazzo della scelta talmente sono tante le cose che si possono vedere e fare, dai monumenti ai musei, dagli spettacoli teatrali ai parchi cittadini, ogni angolo, ogni zona merita una visita o un approfondimento.
Ed un buon paio di scarpe comode aiutano a muoversi con scioltezza a piedi, osservando, ammirando, apprezzando le varie architetture così diverse dalle nostre che gli edifici offron.
E poi c'è la cosa più divertente, spensierata ed allettante: lo shopping!
I negozi si susseguono a dismisura, i grandi magazzini fanno a gara nell'offrire le più luccicanti ed accattivanti vetrine, ogni guida segnala il più antico, il più reale, il più British, il più modaiolo, il più cool, il più trendy; e si possono fare ottimi affari, soprattutto in periodo di saldi.

C'è una cosa che a me piace fare, se possibile, in ogni città che visito: andar per mercati.
Mi piace curiosare tra i banchi, di qualunque genere siano (alimentare e non), mi piace guardare ed ascoltare le persone che scelgono, comprano, alle volte contrattano; se poi sono persone del luogo, mi sembra quasi di farne parte anche io, anche solo per il semplice bighellonare tra le merci esposte.

A Londra ci sono mercati in ogni zona della città, basta digitare mercati a londra su Google e si apre una pagina di informazioni a riguardo, oppure navigare sul sito a loro dedicato, ed anche Wikipedia ne fornisce una pagina ben fornita. O ancora se ne può venire a conoscenza mentre si passeggia tranquillamente in riva al Tamigi.


to visit next time


Camden Town e Petticoat Lane sono un ricordo di gioventù, e mi è spiaciuto a Natale non aver fatto in tempo a rivederne almeno uno.
Spitafield raccoglie in zona tanti bei negozietti carini ed originali, peccato che quando si è in giro con gli uomini bisogna far finta di aver gli occhi bendati!


@ the market, with an eye to the shard
al mercato con un occhio anche allo Shard
inaugurato il 5 luglio 2012, 310 metri d'altezza, 
è il più alto grattacielo dell'Unione Europea ed è 45esimo del mondo


Pochi giorni prima di Natale abbiamo visitato il Borough Market, grazie anche ad aperture straordinarie per il periodo festivo, un mercato dove fare comodamente la spesa, pranzare anche all veggie, degustare un ottimo e tradizionale fish&chips, perdersi tra i mille colori e profumi di ogni prelibatezza offerta,dove poter trovare anche le Rolls Royce dei tacchini!


rhug organic turkeys


Non si può uscire a mani vuote da questo mercato, ed è quasi obbligatorio assaggiare qualcosa nei vari stand, o perlomeno fino a quando ci si riesce!
Per chi volesse fare un giro virtuale al mercato tutte le foto sono qui (non sono riuscita a fare lo slide-show con il nuovo look di Flickr).

Ma il mercato che mi ha veramente affascinato 3 anni fa è stato Broadway Market.
Ne avevo già parlato qui, ma riporto volentieri quello che avevo scritto, aggiungendo però che è meglio andare a stomaco vuoto e magari a metà mattina, in modo da poter rimanere per il pranzo, perchè le cucine offerte sono veramente tante, varie, golose, invitanti che vale la pena approfittarne!


Fra i tanti mercati da vedere, ho scelto di visitare Broadway Market, e ne sono rimasta totalmente affascinata!
Per fortuna non è ancora conosciutissimo dalle orde turistiche e per questo ancora vivo e pulsante di very British style!

old butcher


Fred Cooke iniziò a vendere le anguille in gelatina in questo mercato più di un secolo fa. Aprì anche il ristorante per nutrire la folla che affollava il primo mercato di strada. E' cresciuto negli anni per servire i pastori che guidavano i loro greggi fino a Londra. Questa via è sempre stata una strada vivace, a volte anche bordello e rifugio di ubriaconi, il cuore della comunità di East London, che cercava in qualche modo di sopravvivere alle prime agitazioni sociali e alle bombe delle due guerre mondiali. Ma verso gli anni Novanta,questa comunità si stava sgretolando: chi poteva, si trasferiva nell' Essex (contea a nordovest di Londra). Poi, nel 2004, i volontari della Broadway Market Traders e dell'Associazione Residenti sono riusciti a ripopolare il quartiere, che è cresciuto oltre le aspettative. Broadway Market è ora riconosciuto come il mercato comunitario di maggior successo a Londra. E Bob, nipote di Fred Cooke, sta ingolosendo le nuove generazioni con le sue torte e i suoi liquori - e naturalmente le anguille in gelatina.
Il buon cibo è il fulcro di Broadway Market. Le indagini dimostrano che più del 90 per cento dei clienti vengono qui a fare la spesa settimanale: frutta e verdura, carne, pesce, pane e dolci, e molto altro ancora. La maggior parte di loro scelgono coscienziosamente di spendere qualcosina in più per avere la carne bovina biologica, le mele dai frutteti di Kent, il pesce della costa meridionale, e il formaggio locale più fresco. Questi banchi sono la felicità sia dei neo vegetariani che dei carnivori più incalliti! Voglia di qualcosa da sgranocchiare mentre si fa la spesa? o da portare a casa per un pranzo diverso? Sarete sommersi da mille profumi e colori da ogni parte del mondo: cucina africana, francese, inglese, caraibica, asiatica - i gusti sono molteplici e impressionanti. Iniziate da una parte del mercato con il più tipico maiale arrosto e ... finirete in fondo alla via con i funghi più magici del mondo!


 

having a coffee


Broadway Market è un punto nevralgico di ciò che rappresenta la moda nell' East London. E' luogo di incontro, di lavoro e di residenza per alcuni dei migliori giovani designer del paese. I modaioli vengono qui a fare incetta di cappelli, scarpe e abiti. L'inventiva si basa sui pezzi retrò e vintage. Ce n'è per tutti i gusti, sia per adulti che per bambini a prezzi accessibili. Ma la verità è che molti vengono qui al sabato solo per guardare, sfilare ed ostentare: la cultura a ruota libera di Hackney offre la massima libertà nel vestire o addirittura nel travestirsi. L'ultima sosia di Amy Winehouse vista a passeggiare si rivelò poi essere un uomo ... peccato si fosse dimenticato di farsi la barba!


Three years ago I was in London with a dear friend of mine for a short holiday. So many things to do and so many place to see, so many markets to choose the most characteristic. My decision brought us to Broadway Market, London E8, just off London Fields and Regent's Canal. It's open on Saturdays and is one of the best place to buy organic farmers' food, and something more. You can read on their site all about its origin, food, fashion, community and location. Please have a trip on the slideshow above, sure you will be delighted as we were that day!

market


    Un grazie di cuore ad Alex di Food 4 Thought che ci ha generosamente ospitati nel Regno Unito per l'Abbecedario della Comunità Europea.

    5 commenti:

    Lynne Daley ha detto...

    Perfect post for the Culinary journey of England!

    Rosa Maria ha detto...

    Cara Cinzia, io non sono ancora riuscita a "sbarcare" a Londra, ma quando capiterà (e sono certa che capiterà) farò riferimento anche a questo post per girovagare e immergermi nello spirito londinese :)
    grazie
    Rosa Maria

    Cindystar ha detto...

    Lynne, thanks :-)

    Rosa Maria, devi, devi devi!!! :-)

    Lucia ha detto...

    Grazie Cinzia per questo bellissimo post,partirò per Londra,anche per me una delle capitali più affascinanti, fra qualche giorno e farò tesoro dei tuoi consigli!

    Cindystar ha detto...

    Lucia, che bello, ti invidio un pochino :-)
    E se riesci, fai più mercati possibili, a discapito dei negozi, perchè ne vale la pena!
    Ti auguro una vacanza shopping-osa e fantastica!

    Posta un commento

    grazie della visita e gentilmente firma sempre i tuoi commenti!
    thanks for passing by and please sign up your comments!

    Template Design | Elque 2007