25 ottobre 2016

Las Tapas per l'MTC#60 - nel Giardino dell'Eden


Ritorna puntuale l'appuntamento con la nuova sfida dell'Mtchallenge, sfida che si conclude oggi e che io onoro proprio all'ultimo, giusto per non smentirmi mai.
La vincitrice dello scorso mese è stata la vulcanica spagnoleggiante, Catalana vera, Mai, con le sue Gnocozze in guazzetto di mare (superlative, mi domando ancora come possa avere questi sprazzi d'ingegnosità culinaria... mi toccherà fare una full immersion con lei!).
E cosa non poteva non proporre lei, la nostra spumeggiante torera?
Ma... le tapas! Onde per cui, sfida di questo mese ormai quasi finito, mtc#60, sono le Tapas.
Ma non semplici Tapas, bensì un tripudio dei tre tipi di stuzzichini che si possono trovare in tutti i locali spagnoli all'ora dell'aperitivo.

Las tapas, in senso stretto, sono piccole porzioni di pietanze (a volte anche piatti tipici) che vengono servite in un contenitore (piattino, ciotola, tazzina o bicchierino): spesso sono provviste di sugo o condite abbondantemente e vanno degustate con l'aiuto di una forchetta o di un cucchiaio.
I montaditos sono tutto ciò che di panoso si può farcire, ma sempre in formato mignon, in modo che con due o tre morsi lo si esaurisca; ben vengano, quindi, mini panini, mini pizzette, mini tartellette, fettine di pane sempre super condite.
I pinchos sono tutte quelle preparazioni che si possono infilzare in uno stecchino: bocconcini di carne, pesce, verdura, formaggio, spesso serviti con una salsa in accompagnamento. La loro particolarità sta nel fatto che per fare poi il conto il barista conterà quanti stecchini sono rimasti nel piatto.

Ma per chiudere il cerchio e fare tombola bisogna trovare un tema, un filo conduttore che leghi le tre preparazioni in modo da offrire un aperitivo armonioso.
Le idee frullano in testa: si potrebbe fare una monografia su un prodotto, del tipo ecchecavolo!, oppure il giro del mondo/Europa/Italia in tre tapas, o ancora vamos a la playa, tutto pesce e crostacei... finchè una sera, al ristorante, ordinando della frutta alla menta glaciale mi si è accesa un'altra lampadina... solo frutta (o quasi), partendo dalla Mela proibita (che tale è rimasta) del Giardino dell'Eden.


tapas


Ecco allora il mio giardino (fisicamente proprio foglie, fiori e frutti di sua appartenenza) a fare da sfondo a questo aperitivo, leggero e fruttuoso, forse un pochino estivo ma... alzi la mano chi non pensa già alle prossime vacanze calde ed assolate, non importa dove... e cercare riparo all'ombra di un gazebo in un giardino rigoglioso, un'oasi di verde che in tutte le sue sfumature abbraccia, conforta e rinfresca... avvertire un certo languorino, avvicinarsi al bancone di un chiosco e rimanere encantadi dalla freschezza delle Tapas offerte, fresche, leggere, colorate... se chiudo gli occhi rivedo il Jardin Majorelle a Marrakech in tutto il suo splendore... e così immagino doveva essere il giardino dell'Eden, ricco di fiori, piante e frutti, da annusare prima ed assaporare poi, cercando di resistere a Lei, al frutto proibito... ce la faremo? :-))


mela proibita


Ed in accompagnamento a tante Tapas in arrivo, non poteva non esserci un Tema del mese altamente d'effetto. Facendoci scudo con lo slogan Don't worry, it's happy hour todos vamos de tapeo!


tapas-giardino dell'eden




Tartelletta di Zola, Noci e Pera
Montadito


IMG_3088



Pasta frolla alle noci
(da Torte Salate di MTChallenge - edizioni Gribaudo)

125 g di farina debole
125 g di gherigli di noci, privati della pellicina e tritati finemente 
100 g circa di olio extravergine di oliva
1 uovo medio
un cucchiaino di sale fino


Impastare velocemente tutti gli ingredienti insieme. Andare cauti con l'olio, perché potrebbe servirne meno. Formare un disco, avvolgere nella pellicola e far riposare in frigo almeno un'ora; meglio se fatta il giorno prima.
Riprendere la pasta e stenderla tra due fogli di carta forno (o pellicola) e ricoprire degli stampi antiaderenti da tartelletta di 10 cm di diametro. Sistemare un foglio di carta forno all'interno di ogni tortina, versare le biglie di ceramica e cuocere in forno a 180° per circa 20/25 minuti.


montadito


Ripieno

Gorgonzola morbido
Pera Williams rossa
(o Mela Granny Smith o fichi in stagione)
 Gherigli di noci
Curry di Goa

Lavorare il formaggio con una spatola; se troppo sodo ammorbidire con del latte (o della ricotta), deve risultare una crema morbida; riempire la tartelletta.
Lavare la pera e tagliarla a fettine sottili, pennellarle con succo di limone; disporle a raggiera sopra il formaggio, decorare con i gherigli di noce e cospargere con il curry di Goa pestato finemente.



Insalata di frutti estivi
Tapas

tapas


Anguria
Melone cantalupo
Melone giallo
Melone verde
Ciliegini di Pachino IGP
Avocado
Olio extravergine di oliva
Aceto di mele o di lamponi
Succo di limone o lime
 Aromatiche fresche a piacere: basilico, menta, timo, origano, erba cipollina


tapas



Sbollentare in acqua bollente i ciliegini, passarli immediatamente in acqua e ghiaccio e levare la buccia.
Con uno scavino piccolo ricavare delle palline dai meloni e dall'anguria. Ricavare delle palline anche dall'avocado, condendole immediatamente con del succo di limone o lime.
Riunire i frutti in un'insalatiera, salare e pepare. Preparare un'emulsione con l'olio e l'aceto preferito, se piace anche una punta di senape, e condire l'insalata di frutta.
Lasciare riposare in frigorifero coperta per un'ora, in modo che la frutta rilasci i suoi succhi.
Tutto più semplice se si tagliano i frutti a cubetti, avendo l'accortezza, in questo caso, di aggiungere l'avocado poco prima di servire.



Tris di Pinchos


pinchos


Uva Ricca

Uva bianca e rosata
Granella di pistacchi
Granella di nocciole
Semi di sesamo bianco
Semi di sesamo nero
Semi di papavero
Robiola
Parmigiano Reggiano grattugiato
Ricotta

Lavare ed asciugare bene gli acini di uva.
Tostare i semi separatamente in una padellina antiaderente.
Amalgamare i formaggi, passare ogni acino nella crema ottenuta in modo da ricoprirlo interamente (si lavora velocemente coi palmi delle mani, come per fare una pallina) e velocemente ripassarlo nei semi, variando per ogni acino la granella. Meglio preparare tutti gli acini con il formaggio e successivamente passarli nei vari semi. Riporre in frigo a rassodare bene.
Poco prima di servire comporre i pinchos alternando gli acini sullo stecchino.


Caprese di fragole

Fragole
Mozzarelline
Basilico in foglie
Olio extravergine di oliva
Sale/pepe

Condire le mozzarelline con olio, sale e pepe.
Disporre sullo stecchino una fragola, una foglia di basilico ed una mozzarella; ripetere la sequenza.



Gambero spritz

Code di gamberi
Olio extravergine di oliva
Brandy
Arancia


Pelare a vivo e poi in spicchi l'arancia (qui un video di aiuto).
In una padella con un goccio di olio saltare velocemente i gamberi, salare e sfumare col brandy.
Disporre sullo stecchino una fetta di arancia, un gambero, ancora arancia, un altro gambero e terminare con ua terza fetta di arancia.



 pinchos



tapas-giardino dell'eden


De tapeo para todos!





12 commenti:

Cecilia Bendinelli ha detto...

Non te la voglio gufare, ma ho proprio pensato: vicitor in fundo! <3

Chiara Picoco ha detto...

wow!riesco a pensare e dire solo wow!
certo che pensare all'estate in questa giornata uggiosa mi riesce difficile, però basta passare a Casa Cortella e tutto cambia. Bellissima la tua foto, l'idea, la realizzazione. Mi piace tutto, soprattutto la freschezza e leggerezza delle tue ricette. La frolla con le mele è divina.

FedeB | La Blonde Femme ha detto...

Cinzia è tutto magnifico! Un'idea più bella e buona dell'altra...però io mi prendo la tapa di frutta e quei meravigliosi pinchos che riproporrò sicuramente a qualche cena! Che ricchezza, riempie gli occhi!!!!!!!

fuocobio.it camini a bioetanolo ha detto...

Anche queste me le devi rifare tutte! In primis il gambero spritz. Figata atomica!
Buonanotte sister 😘😘😘

Cristina Tiddia ha detto...

Bravissima, sono rimasta incantata dal tuo giardino! E ovviamente dalle deliziose tapas che hai preparato

Giovanna Lombardi Gourmandia ha detto...

Quadri meravigliosi, opere d'arte. Io spero che avendo creato tutto questo, tu abbia poi invitato gli amici a godersi le preparazioni "paradisiache". Che brava! :-)))

Patrizia Malomo ha detto...

Ommioddio...se avessi seguito il tema Eccheccavolo, saremmo state separate alla nascita. Invece ti sei buttata su questo tema così lussurioso, colorato, evocativo di cui così bene parlano le tue foto.
Sei sempre una forza: adoro ognuna delle tue proposte ma quei pinchos mi hanno davvero fatto girare la testa. Stratosferici.
Un grandissimo abbraccio mia cara.

Giulietta ha detto...

Ma dimmi, come fanno a venirti certe rigogliosissime idee?
un mito sei. E, peraltro, mi viene da pensare che avresti sfornato idee anche seguendo i temi degli altri "fili conduttori" che ti erano passati per la mente, prima dell'Eden :) Un bacio

Ilaria Talimani ha detto...

Come mi piace il tuo gambero spritz! E mi piace moltissimo l'ambientazione e le foto. bella l'idea e bellissimo (come vorrei) poter usare i prodotti del tuo giardino.

Mai ha detto...

nell' Eden quasi quasi ci vivi, e se non è un poste che un po' se le avvicina, almeno da quello che ho potuto vedere tramite foto dove tenevi dei tuoi corsi a Casa Cortella. almeno le viste sembravano paradisiache , e poi mi sfoderi questa bontà di frutta colta lì, in loco!
Cosa vuoi che pensi, che vivi in una specie di paradiso, a tal punto che le tapas che hai preparato lo confermano pure.
E guarda che ti dico hai tutta la ragione del mondo perché anche io che non amo tanto l'estate, proprio adesso gradirei un po' di freschezza e quella tappa mi fa troppa gola e poi sai che gusto trovartela già pronta e condita? Guarda non ha pezzo! E neanche le tue mani non hanno prezzo sei minuziosa e lavarotrice, le tue mani sono veloci e svelte e la tua mente e astuzia viaggia con loro! Ed ecco che ci arriva come montadito proprio una ricetta dal torta a torta con la mela come ingrediente (il frutto proibito) con quella frolla alle noci. e non basta un pincho ma tieni altri due che non saprei quale scegliere per primo!
Mi piaci assai e quando ti ho conosciuto allo shopping per le lasagne ho capito perché!!
Proprio per quello che ho scritto a penna qua sopra!

besos y gracias por estas maravillas!

Alessandra Gennaro ha detto...

E belin,il curry di Goa, solo tu :)
a parte che non vedo l'ora di farti il premio, il mio paradiso me lo immagino con te. A sbevazzare felici nel giardino dell'Eden, a spettegolare su tutto e su tutti, a ridere come pazze del mondo di sotto. E forse anche di quello che ci circondera'. Ora che ci ripenso, forse non sara' in Paradiso, questo luogo :)
Ma da che mondo e' mondo, e' la compagnia, che fa il posto. E questo varra' anche per l'al di la' :)
porta lo spritz, che io ci metto le olive di Taggia :)

Cindystar ha detto...

Non è mai troppo tardi... quasi mi vergogno a rispondere ai vostri commenti solo ora, ma me li ero persi nelle notifiche arretrate :-(

Cecilia, grazie, ma mi devo allenare ancora con le sfide per aspirare ad una vittoria :-))

Chiara, grazie, in effetti qui anche col brutto tempo riusciamo sempre a sorriderci impunemente :-))

Fede, grazie, si potrebbe fare un ritrovo a suon, che dico, a boccon di tapas! :-))

Sabri mia adorata, e vada per il gambero spritz… che lo speziamo anche? :-))

Cristina, grazie :-)

Giovanna, questo giro siamo stati egoisti, tapas solo per pochi intimi :-))

Patrizia, grazie, però sarebbe stata una sfida nella sfida, ecchecavolo! :-))

Giulietta, forse mi aiuta lo splendore di cui godo ogni giorno appena apro le finestre? :-))

Ilaria, grazie, il gambero spritz ha colpito ancora :-))

Mai, gracias, los mismos cumplidos para usted! dobbiamo vederci di più ;-)

Alessandra, anche fosse l'inferno (il problema semmai sarà il ghiaccio per lo Spritz :-)), in buona compagnia si sta bene comunque! Vamos de festa! :-))

Posta un commento

grazie della visita e gentilmente firma sempre i tuoi commenti!
thanks for passing by and please sign up your comments!

Template Design | Elque 2007