27 novembre 2007

Pane toscano con pasta madre

Ecco un modo semplice per utilizzare la pasta madre e ottenere un pane casereccio naturale, imparato dalle mitiche sorelle Simili. Non servono particolari accorgimenti, solo una buona pasta madre. La mia mi è stata regalata da Lory, e devo dire che ha un ottimo profumo e un'ottima forza, nonostante le mie "dimenticanze" non si offende mai e lavora a pieno ritmo! Praticamente si rinfresca, si fa lievitare e si cuoce. E' il pane che le mitiche sorelle mettono sulla loro tavola tutti i giorni!


INGREDIENTI:

250gr. di pasta madre
250gr.di farina
125gr. di acqua
misto di farina e semola rimacinata per spolvero


 
Sminuzzate la pasta madre nell'acqua e impastate con la farina, nel ken oppure facendo la classica fontana sulla spianatoia. Date la forma a filone, disponetelo su carta forno (sopra a un canovaccio) spolverizzata di semola rimacinata, se preferite incidete leggermente la superficie con dei tagli trasversali, rispolverate di semola e chiudete a pacchetto con la carta forno e col canovaccio. Lasciate lievitare per almeno 4 ore. Con delicatezza, trasferite il pane con la carta forno sulla teglia e infornate a 200°. Dopo 5 minuti abbassate a 180° e cuocete per 30/40 minuti, dipende sempre dalla grandezza del pane, avendo l'accortezza di trasferire il pane direttamente sulla griglia del forno per gli ultimi 15 minuti, in modo che si cuocia e si asciughi bene anche nella parte inferiore.
Piccolo consiglio delle mitiche sorelle: quando si fanno i pani così a pagnotta, per mantenere la crosta croccante bisogna che tutta l'umidità fuoriesca in fretta...per cui, se il pane va mangiato quasi subito, una volta levato dal forno si aspetta un paio di minuti e poi si taglia a metà e si lascia raffreddare. Altrimenti l'umidità per uscire passa tutta dalla la crosta che inevitabilmente si ammolla. Oppure, se il pane va mangiato la sera ma è cotto la mattina, si lascia raffreddare intero, poi si rimette in forno 5/8 minuti a 180° prima di servirlo e la crosta ritorna croccante.
Si possono fare anche pagnotte più grandi, l'importante è mantenere sempre la proporzione tra pasta madre, farina e acqua come per un rinfresco: stessa quantità di pasta madre e farina, la metà di acqua.


 
Ecco i pani sfornati dalle Simili all'ultimo corso a cui ho partecipato, troppo buoni!!!


Ed ecco i pani da me sfornati per omaggiare delle amiche: mi ero curata la pasta madre per 3 giorni di fila per arrivare ad averne 5 kili!

Questa ricetta partecipa per la regione Toscana all'Abbecedario Culinario, organizzato dalla Trattoria Muvara.

14 commenti:

Francesca ha detto...

belle ricette molto ben documentate. Sono arrivata per caso sull tuo blog, e visto che ami cucinare ti invito all'evento natalizio che è partito lunedi'. Tutte le info nel post. Fammi sapere se parteciperai. Ciao!

Elisa - Basilico&Co. ha detto...

Che bella pagnotta!! e chissà che profumo, complimenti anche per le decorazioni, chissà se quest'anno riuscirò a fare qualcosa... speriamo!

Il blog è partito e già abbiamo 2 ricerche.. quando hai tempo e voglia basta che mandi tutto alla mail che trovi sul profilo, io penserò a pubblicarla!

Buona serata

ciaooo

Cindystar ha detto...

x Elisa: ho visto le ricerche, dammi un pò di tempo che arrivo anch'io con qualcosa!

x Francesca:grazie ancora per l'invito, ho già inserito il banner sul blog, fa già tanto Natale!...arrivo presto con le ricette!!!

emilia - lorenza - miriam ha detto...

Cindy!!! Stiamo per mangiarci una bella minestrina calda sul rosso delle tue tovagliette!!! Sono contenta che la mia pasta madre sia finita in mani così sapienti! grazie ancora di tutto!!! Lo

Pikkolo ha detto...

Ciao ^_^ Ti ringrasio per questa pagina, oggi ho sfornato il pane come hai descritto, ed è riuscito bini :)

Un abbraccio

Marco

Pikkolo80 su cookaround

ABBI FIDUCIA NEL SIGNORE ha detto...

Scusami Cindystar ,il sale va messo? e se si' in che misura?Grazie!

Cindystar ha detto...

Bravissimo, Marco, insisti!

Annamaria: il pan toscano è un pane senza sale, ma se a te piace puoi metterne un cucchiaino.

Ely ha detto...

lo provo oggi :-))) poi ti dico!
ciaooo

Cindystar ha detto...

Elyyyyyy...io ho otto pagnotte in forno in questo momento...devo fare dei regali domani...troppo buono!!!...e oggi ha lievitato in maniera sorprendente, in neanche 3 ore!!!...l'avevo messo in veranda al calduccio del sole che batteva sulla finestra!
Buon pane a te!

Ely ha detto...

uscito ora dal forno un profumo..... la mia è una piccola pagnotella perchè il mio lievito madre è appena nato e mi sà che stasera se ne va tutta :-) che bel regalo una pagnotta :-) fortunato chi lo riceve deve essere buonissimo!
baciotti

Cindystar ha detto...

Ely, come è venuta la tua pagnotta?
Ti ho messo le foto delle pagnottone che avevo preparato...mi sentivo tanto sorella Simile quel giorno!..
Sai che sono stata a Bologna, e sono andata in pellegrinaggio proprio davanti al mitico forno delle Simili in via San Felice???...mi sono quasi inginocchiata in doveroso rispetto...

Ely ha detto...

Cindy cara stanno venendo tutti bene, in forno ora ho una bella focaccia per la tribu ora la tolgo, la mia PM è molto giovane quindi un pelino acida ma io esperimento tutto, la pagnotelle è andata a gonfie vele se la sono pappata tutta e il pane fatto così fà fatica ad arrivare al giorno dopo ma non devo certo dirlo a te, pensa che la mia amica abita di fianco... fortunata ma tu hai fatto anche dei corsi con le Fantastiche sorelle giusto?

Cindystar ha detto...

Ho fatto dei corsì sì, con le sorelle....e non mi perderò neanche i futuri, troppo forti e brave!
Prox appuntamento a fine maggio per le paste regionali.
Sforna, sforna...con questo tempo, poi, è l'ideale!

Anonimo ha detto...

come si fa la pasta madre?

Posta un commento

grazie della visita e gentilmente firma sempre i tuoi commenti!
thanks for passing by and please sign up your comments!

Template Design | Elque 2007