20 novembre 2011

Budino di cipolle (con fonduta di taleggio e funghi) - WHB # 310

English recipe here

Sono di animo tenero e mi commuovo facilmente, anche rivedendo film datati non particolarmente romantici ma che magari hanno lasciato un ricordo significativo per un particolare momento emozionale vissuto con intensità. 
Facilmente mi commuovo anche a tavola, quando ritrovo sapori e profumi che ricordano momenti gioiosi e spensierati, luoghi cari e gelosamente custoditi nel cuore, specialmente della bella goventù andata.
Ma ancora più facilmente mi commuovo in cucina, quando mi ritrovo a pelare e tagliare a velo una montagna di cipolle (e non c'è mandolina che aiuta abbastanza! :-) ... sì, perchè per fare questa bontà di tortini (o budini come li ha chiamati Gianfranco nel suo recente corso sulle cipolle), la dose sufficiente per le mie bocche da sfamare è almeno doppia, se non tripla!
Ma il sacrificio vale la pena, anzi, le lacrime infinite versate, perchè la tenera bontà di questo budino ripaga la fatica dell'affettamento.
Si possono preparare leggermente in anticipo (la mattina per la sera, per intenderci) lasciandoli negli stampi e riscaldandoli in forno prima di servirli.
Io ho preferito abbinairli alla cremosità di una crema, Gianfranco li ha presentati accompagnati da una dolce zucca impreziosita da un gambero croccante.



budino cipolle con fonduta taleggio funghi trifolati-whb310


Per 4/5 stampini monodose in alluminio:

350 g di cipolle, bianche o dorate, a fettine
140 g di mascarpone
30 g di grana
2 uova
olio extravergine di oliva
sale/pepe

facendo budini cipolle

- Cuocere le cipolle in un filo d'olio a fiamma bassissima e con coperchio, se necessario aggiungere un goccio di acqua al bisogno, finchè ben appassite e morbide. Salare e pepare, far raffreddare.
- Mettere nel frullatore le cipolle insieme al grana e al mascarpone (se piace aggiungere una grattatina di noce moscata) ed amalgamare bene.
- Versare negli stampini ben imburrati e cuocere a 160 ° per 25/30 minuti, devono rimanere dorati (non guardate il mio nella foto perchè ho maldestramente prolungato la cottura :-). E' normale che nella cottura i budini si gonfino e poi durante il raffreddamento si riabbassino.
- Lasciare intiepidire e poi estrarli dallo stampo (passare la lama di un coltello tra il budino e la parete dello stampo per aiutarsi) e servirli con la fonduta, ma anche accompagnati da una semplice insalatina.

Fonduta di taleggio e funghi

latte
150 g di taleggio/quartirolo/gorgonzola dolce
un avanzo di funghi trifolati, tagliati a pezzetti piccoli

Mettere il formaggio tagliato a cubetti piccoli (si scioglieranno prima) in una bacinella e coprire con latte a filo, lasciare riposare qualche ora. Trasferire poi in un pentolino e lasciare sciogliere il formaggio a fiamma bassa e mescolando, in modo che non attacchi. Fuori dal fuoco aggiungere i funghi. Per fare una fonduta più ricca si può aggingere (fuori dal fuoco) un tuorlo d'uovo ed un cucchiaio di grana. I funghi si possono sostituire con un'altra verdura (peperoni grigliati e poi cubettati, porri a julienne stufati) oppure con cubetti di pancetta saltata in padella. Oppure si può servire la fonduta semplice.

budino cipolle con zucca e gambero crocccante

Con zucca arrostita e gambero croccante:

200/250 g di  zucca decorticata a cubetti
8/10code di gambero
8/10 fettine di pancetta
1 scalogno piccolo tritato finemente
olio extravergine di oliva
sale/pepe

Rosolare lo scalogno in un filo di olio, unire la zucca e portare a cottura, unendo un pochino di brodo vegetale. Salare e pepare. Avvolgere ogni gambero in una fettina di pancetta e rosolarli in padella. Servire il budino con la zucca intorno ed un paio di gamberi croccanti sopra.

budino cipolle con fonduta taleggio funghi trifolati-whb310




Questa ricetta partecipa al WHB # 310 ospitato da
 Cristina del blog La cucina di Cristina 
sia nell'edizione Italiana che Inglese.
Thanks again to Haalo who manages greatfully all events,
and to Bri for the Italian edition.
Thanks again to Kalyn for her successfull idea!

3 commenti:

Kristina ha detto...

Adoro le cipolle e adoro tutto quel che ha a che fare con sformatini o 'budini' salati quindi va da se che proverò sicuramente questa ricetta. Un abbraccio Kri

Gio ha detto...

piccoli budini golosi gnam! :)

Cindystar ha detto...

Kri, con la facilità di preparazione è anche una gioia farli, e qui vanno a ruba! ... se non c'è tempo di tagliare le cipolle fini, io le lascio anche più spesse e cuocio di più.

Gio, in effetti forse bisognerebbe chiamarli tortini, ma ... non potrei mai contraddire il mio maestro preferito! :-)

Posta un commento

grazie della visita e gentilmente firma sempre i tuoi commenti!
thanks for passing by and please sign up your comments!

Template Design | Elque 2007