05 luglio 2009

Pesca Tabacchiera - WHB # 190

pesche tabacchiera


Ne avevo parlato già dua anni fa qui, quando per la prima volta le assaggiai.
Sono le pesche Saturnine o Tabacchiere, assai particolari, dalla forma schiacciata e dal profumo estremamente intenso. Sono immediatamente riconoscibili appunto per a loro forma, tanto schiacciata da sembrare una tabacchiera, per questo sono anche così soprannominate. Sono pesche di taglia medio/piccola, con un piccolo nocciolo all'interno e possono essere sia a pasta gialla o bianca, io le ho mangiate a polpa bianca. La polpa è estremamente morbida e dolce, intensamente profumata. Oltre ad essere ottimi frutti da tavola, queste pesche sono utilizzate nell'industria dolciaria e per la produzione di gelati e granite. Io le aggiungerò a giorni nel Rumtopf. Sono perfette anche per fare uno specialissimo Bellini !
Una zona di buona produzione è quella intorno all'Etna, dove persiste un habitat ideale per questa coltura (terreni ben drenati, abbondanza di acqua e notevole escursione termica garantiscono un prodotto di qualità superiore), anche se ora si sta espandendo in altre regioni (ne ho viste anche importate dalla Spagna!)
Sono veramente una prelibatezza che merita di essere conosciuta ed apprezzata!
Questa particolare pesca è diventata anche Presidio Slow Food.

tatin pesche

Slow Food promuove il diritto al piacere, a tavola e non solo. Slow Food studia, difende e divulga le tradizioni agricole ed enogastronomiche di ogni angolo del mondo, per consegnare il piacere di oggi alle generazioni future.
Per saperne di più: www.presidislowfood.it e www.fondazioneslowfood.it.


Stasera per dessert ho preparato una versione veloce e semplificata della classica Tarte Tatin accompagnata da un freschissimo Daiquiri alla pesca.

Per 7 tartellette occorre: un rotolo di pasta sfoglia, un po' di burro, pesche (io ho usato le tabacchiera ma qualsiasi tipo va bene), zucchero di canna.

Sciogliere il burro e con un pennello ungere gli stampini, ricoprirli con un paio di cucchiaini di zucchero eliminando l'eccesso. Ricoprire con uno strato di pesche sbucciate affettate, anche con buccia, e sigillare con un disco di pasta sfoglia. Riporre in frigo per 20 minuti quindi cuocere a 200° per 10/15 minuti finchè ben dorate. Togliere dal forno, aspettare qualche minuto che si intiepidiscano e rovesciare sul piattino da dessert.

tatin pesche

Per il Daiquiri alla pesca seguire le stesse indicazioni di quello alla fragola, sostituendo la frutta e il succo.

peach daiquiri

tatin pesche


Questa ricetta partecipa al WHB # 190 ospitato da Laurie from Mediterranean Cooking in Alaska
This recipe participates to WHB # 190 hosted by Laurie from Mediterranean Cooking in Alaska
Thanks again to Haalo who manages greatfully all events,
Thanks again to Kalyn for her successfull idea!

I saw them for the first time 2 years ago.
Saturnino peaches or literally known as "tabacchiere" (snuffbox) are very special, has a flattened shape and very intense aroma. You can immediately recognize because of their shape so crushed like a snuffbox. These peaches come in medium or small size, with a small core insiede, can be either yellow or white. The flesh is very soft and sweet, intensely fragrant. They are excellent as table fruits, and often used in confectionery and for the production of ice cream and granitas. I will add some in a few days in Rumtopf. And they are ideal to have a delicious sparkling Bellini!
The original production area is around Mount Etna, an ideal habitat for this crop (well-drained soil, plenty of water and considerable fluctuations in temperature ensure a higher quality product), but they are growing them in other regions (I saw some imported from Spain too!)
They are truly a delicacy that deserves to be known and appreciated!
This peculiar peach has also become a Slow Food Presidia.
Slow Food Foundation's mission is to defend food biodiversity, safeguard the environment and the land, endorse sustainable agriculture, protect small producers and theri communities, promote the gastronomic traditions of the whole world: www.slowfoodfoundation.com.

Mini Tatin with Saturnino Peaches

Tonight for dessert we had a sort of quick and easy Tarte Tatin, accompanied by a fresh peach Daiquiri.

Serving 7 tartellettes: a roll of puff pastry, a little butter, peaches (I used Tabacchiere but any type is allright), sugar cane.

Melt the butter and grease the molds with a brush , cover with a couple of teaspoons of sugar tand remove the excess. Put a layer of sliced peaches in each mold and seal with a disc of puff pastry. Place in the fridge for 20 minutes then bake at 200° about 10/15 minutes until golden. Remove from oven, wait a few minutes to cool and overthrow on the dessert plate.

tatin pesche


Peach Daiquiri
(see also Strawberry D.)

6/10 white rum
3/10 peach syrup
1/10 lemon or lime juice
ripe chopped peaches
ice cubes

peach daiquiri

Blend all ingredients and pour into a margarita glass.

WHB # 190 Round up

8 commenti:

Lady Cocca ha detto...

sai che le ho comprate proprio venerdì....quando le ho viste da me in Basilicata è stato uno stupore!!! La mangiai due anni fa a Catania...mamma mia troppo buone, mi feci una scorpacciata...dolcissime...profumate...e quando ripartii non ci pensai a portarmene un po', me ne pentii amaramente....quindi quando le ho viste da me le ho subito comprate!!! ma la cosa bella che dalla fruttivendola tutti le guardavano con stupore e la fruttivendola dieva a tutti di rivolgersi a me, che stavo lì ad aspettare il mio turno, perche ero molto informata sul prodotto!!!
Sono splendide e saporitissime!!!
ciaaoooooo

emilia ha detto...

Non si chiamano anche nettarine ? Sono davvero buone ma per me estate è anguria...abbiamo le stesse dimensioni ! Ahahah.
Un bacione cara e buonissima estate :-)

marsettina ha detto...

è un frutto stupendo peccato si trovino solo in sicilia

Cindystar ha detto...

Lady, sono proprio una delizia, vero?
Sono contenta di averle scoperte due annib fa, anche se su a casa non le ho ancora viste ... però so che le coltivano anche in Emilia Romagna.

Emi, no, le nettarine (o pesche noci) sono quelle con la pelle liscia, queste sono pelosette come le pesche normali. Ma daiiiiiii, se ti può consolari ti faccio compagnia anch'io a dimensione anguriosa! Buona estate anche a te, quando e dove vai in vacanza?

Marsettina, io le ho scoperte qua all'Elba!
Prova a chiederle in giro,magari quelche buon ortofrutta te le può trovare, ora ci sono anche alla Conad.

JAJO ha detto...

Ti ci voglio proprio vedere a "dimensione anguriosa" ! A buciaardaaaaa !!!! hehehehe
Anche io le ho scoperte due o tre anni fa: costano poco più delle normali pesche ma, oramai, soprattutto nei supermercati, le pesche non hanno più ne' odore ne' sapore: quindi prendo sempre le tabacchiera :-D
Proprio ieri ne ho comprate una mezza chilata (in genere si rovinano più velocemente delle altre pesche ma, con me, non fanno in tempo :-D)
Pensavo di provarle sotto rhum... :-D
Un bacione grosso !!!

Cindystar ha detto...

Jajoooo, scusame ma qual al mare le giornate son così belle che me scordo di are il mio dovere!
Io le ho messe sotto rum ... nel rumtopf!
Baci grandi a te e Cla!

Smarry ha detto...

Ahahah.
Un bacione cara e buonissima estate :-)

___________________
Smarry
Payday Loan online in 24hours

Cindystar ha detto...

Ciao Smarry, buonissima estatee bacionissimo anche a te! ... ma ... non ti riconosco, sigh ...

Posta un commento

grazie della visita e gentilmente firma sempre i tuoi commenti!
thanks for passing by and please sign up your comments!

Template Design | Elque 2007