6 febbraio 2014

Ricette austriache per l'Abbecedario Culinario


L'Abbecedario della Comunità Europea è stazionario ancora in Austria per qualche giorno,  dove la nostra ambasciatrice Rosa Maria ci ha accolto con una sorprendente e golosa Sacher, me ce ne vorrebbe una fettina proprio ora mentre scrivo!
In Austria ci sono passata molte volte, sulla strada per la Germania.
Per noi è veramente vicina, in nenche un paio di ore siamo già al confine del Brennero.
Ma io la sento più vicina, quasi di casa, per quel poco di sangue austriaco che ancora mi scorre nelle vene: i miei bisnonni materni, infatti, erano di origine austriaca.
Molti anni fa, non ero ancora sposata, ho trascorso dei giorni indimenticabili a casa di amici in una grande fattoria a Sankt Johann in Tirol, nel distretto di Kitzbühel, con una grande stube teatro di grandi mangiate e bevute dopo lunghe discese ardite (ma non certo la Streif per me :-).
E poi non potrò dimenticare il primo lungo weekend da novelli sposi trascorso a Bad Gastein, nel  Salisburghese, per festeggiare un Capodanno insolito. Questa fascinosa località si trova nel Parco Nazionale degli Alti Tauri e colpisce per l'eleganza che offre alla vista, coi suoi magnifici palazzi in stile Belle Epoque, dove par quasi di ritornare indietro nel tempo. Inoltre offre la possibilità di relax e riposo assoluto, godendo delle sue acque termali, sia nei bagni privati degli hotel che nelle Felsentherme, le caratteristiche terme scavate nella roccia: se chiudo gli occhi sento ancora il gorgoglio dell'acqua, il calore e il vapore che ti avvolgono, il  buio della notte intorno, e qualche faliva di neve che cade birichina sulle ciglia.
E per i più mondani in cerca di fortuna, c'è sempre la porta aperta dell'affascinante ed irresistibile Casinò  nel Grand Hotel de l'Europe.

Ecco alcune ricette austriache, testate ed approvate.

Le ricette sono sia in italiano che in inglese.  
Recipes are both in Italian and English.


I Kranz
Kranz

I Kranz sono delle brioche ricche e profumate ideali per la colazione e la merenda. Saranno una piacevole e deliziosa compagnia per il più profumato tè pomeridiano.
Di solito realizzato con diversi strati alternati di pasta brioche e pasta sfoglia.
Questa ricetta delle Simili è semplificata in quanto non prevede lo strato di pasta sfoglia, ma usa solo una pasta brioche sfogliata.


kranz



Il Danubio
Danubio

E' interessante leggere la storia del Danubio, con le varie teorie sulla sua origine, ed essendo leggermente di parte per qul poco di sangue austriaco che mi scorre nelle vene, mi viene più propenso pensare che venne ideato dalla zia materna, austriaca per l'appunto, del grande Mario (Nicola) Scaturchio.


danubiuo fiorito



Purea di mele
Mashed Apples


Non è propiamente un puré nel vero senso della parola, non è propiamente una salsa non avendone la giusta consistenza, ma è un insolito accompagnamento per carni, specialmente quelle di maiale, che rinfresca il palato e pulisce la bocca da sapori forti o grassi, come per esempio salsicce & co. Ma sarà perfetto anche con il più tradizionale tacchino delle feste o con l'arrosto della domenica.
L'utilizzo della cipolla rossa, meglio se di Tropea, gli conferisce questo bel colore rosato, quasi raro nelle preparazioni salate. Facile e veloce, si conserva in frigo per qualche giorno, io lo preferisco servito appena tiepido o meglio a temperatura ambiente.


puré di mele




Zuppa di cavolo rosso
Red cabbag soup


Un ortaggio molto usato nella cucina austriaca.
Deliziosa e facilissima da fare, al contrario, forse, del suo colore poco invitante, se non inquietante per certi versi ...  ma per me fascinoso e molto trendy, così viola, cupo e intenso!
Ma prima di giudicare sarebbe meglio provarla, sono sicura sarà una piacevole sorpresa per tutti.


zuppa cavolo rosso



Insalata di cavolo cappuccio
Cabbag Salad


Un contorno semplicissimo, che mi piace molto, e che anche nelle nostre regioni Altoatesine non manca mai nei ristoranti e nei buffet degli alberghi, un classico evergreen! 



Insalata di cavolo cappuccio




Il Gulasch
Gulasch


La cucina austriaca risente molto dell'influenza ungherese per certe preparazioni, come il Gulasch. Infatti il suo nome completo in ungherese è  Gulyás-leves, che letteralmente significa "zuppa del mandriano", infatti questi ultimi erano soliti cuocere questo spezzatino (ma in origine era più brodoso, quasi una zuoppa) di manzo in un grande paiolo posto sopra ad un grande fuoco di legna all'aperto.
Ingredienti principali, oltre a della buona carne, sono le cipolle, in quantità quasi esagerata (vado sempre ad occhio, ma per avere un'idea per un pezzo da kilo di carne uso 5 o 6 cipolle dorate di grandezza media), e la paprika, sia dolce che piccante (poi ognuno modererà le quantità in base al gusto personale), spezia che uso spesso ottenuta dalla macinazione del peperone fatto seccare precedentemente.






2 commenti:

Rosa Maria Tenore ha detto...

Cindy, che dire......provero' a rifarle tutte! :) ! Grazie del contributo e a prestissimo!

Cindystar ha detto...

Rosa, grazie a te per la squisita ospitalità, e io mi impegnerò con la Sacher, prima o poi ;-)

Posta un commento

grazie della visita e gentilmente firma sempre i tuoi commenti!
thanks for passing by and please sign up your comments!

Template Design | Elque 2007