14 gennaio 2010

Tequila Puerto Vallarta - Guacamole - Tortilla Chips


Bienvenido a México!
 
Recipe in English here


Il nuovo anno è iniziato in uno scintillio di colori e sapori con il nuovo Tour Culinario intorno al Mondo di Joan. Anche quest'anno ci porterà alla scoperta di nuove cucine e culture diverse. Per il 2010 Joan ci porterà in giro per 9 settimane lungo la linea di confine sudista degli U.S.A., a partire dal Messico e passando poi per El Salvador, Nicaragua, Argentina, Brasile, Colombia, Giamaica, Haiti, Cuba e Puerto Rico.
Facciamo il carico di aromi e sapori, colori e divertimento, danza, musica e risate: subito in cucina e iniziamo un nuovo viaggio!


tequila p.v.-guacamole-tortilla chips


Puerto Vallarta era un piccolo villaggio di pescatori inella bellissima Mismaloya Bay, sulla costa del Pacifico.
Quando agli inizi degli anni '60 Hollywood lo ha scoperto è stata la fine della pace per questa ridente cittadini e per i suoi abitanti. La mecca del cinema aveva portato stelle affascinanti e tenebrose come, come Richard Burton (che portò ben presto a essere la moglie Elizabeth Taylor per la posizione e la loro storia d'amore ha provocato un enorme attenzione sui media), Ava Gardner e Deborah Kerr in questo deserto idilliaco per girare il film La notte dell' Iguana, diretto da John Huston. Ciò fece sì che anche un gran numero di paparazzi ne fosse attratto e il piccolo villaggio divenne ben presto un'attrazione turistica di fama mondiale.
Attori e artisti hanno lavorato, festeggiato ed anche bevuto nelle notti tropicali. Hanno trasformato questo umile villaggio costringendolo a sostenere il loro ritmo di vita. Pare che questa bevanda sia stata inventata in casa di Marlon Brando (che non era nel cast, ma presenziava come amico), lo stesso giorno che la bellissima Playa de los Muertos è stata ribattezzata Playa Delicias, spiaggia deliziosa, su stessa richiesta delle stars.



tequila p.v.-guacamole-tortilla chips


Ingredienti per ogni bicchiere:

Ghiaccio tritato
4 cl (3 cucchiai) Tequila *
1/2 cucchiaino di succo di lime
1 cl (2 cucchiaini) di granatina
5 cl (3 cucchiai) di spremuta di arancia fresca
1 fetta di lime per guarnire

*la  Tequila, la bevanda più caratteristica del Messico, un'acquavite prodotta dalla fermentazione dell'agave azzurra.

- Riempire un terzo del tumbler di ghiaccio.
- Versare la Tequila, il succo di lime e la granatina: lasciare riposare circa 1 minuto.
- Aggiungere poi il succo d'arancia e mescolare con cura.
- Può essere servito prima o dopo cena, guarnito con una fetta di lime.

Ricetta di Laura Conti




Guacamole

guacamole-tortilla chips


L'intingolo più tipico messicano che deve le sue origini addirittura agli Aztechi.
Gli ingredienti principali sono l'avocado, il succo di lime, sale e pepe nero macinato fresco, ma le varianti sono molteplici e le aggiunte possono essere fatte con i pomodori ciliegia, il coriandolo fresco, aglio, cipolla, peperoncino.
La parola deriva dallo spagnolo messicano AhuacamOlli, dove Ahuacatl=avocado e Molli=salsa.
Il succo di lime è molto importante: dà sapore alla salsa e impedisce che questa si ossidi e cambi colore, mantenendola invece di un bel verde vivo.

Ingredienti:

un avocado maturo *
mezza cipolla piccola
mezzo spicchio d'aglio
un peperoncino fresco
alcuni pomodorini
sale/pepe
alcune foglie di coriandolo fresco o prezzemolo
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
succo di lime

* una mia amica mi ha insegnato di avvolgere l'avocado in fogli di giornale per portarlo a giusta maturazione

- Tagliare a metà l'avocado, sbucciarlo e schiacciarne 2/3 con una forchetta, il rimanente terzo tagliarlo in piccoli cubetti.
- Irrorare subito con il succo di lime.
- Affettare finemente l'aglio, la cipolla, il peperoncino, il coriandolo e tagliare i pomodori a dadini: aggiungere il tutto alla salsa.
- Aggiustare di sale e pepe, aggiungere l'olio, mescolare bene e lasciare riposare mezz'ora prima di servire.
 
Tortilla Chips


tortilla chips


Uno snack fragrante, perfetto con qualsiasi salsina, fatta con la stessa pasta delle tortillas.

 
Ingredienti:

stessa quantità di farina di mais precotta e acqua calda
(io ho però aggiunto un goccio in più)
un pizzico di sale
olio di semi per friggere

- Amalgamare acqua, farina e sale e lasciare riposare l'impasto mezz'ora in una ciotola coperta.
- Stendere un po' di impasto alla volta in uno strato sottile, meglio se tra due fogli di carta da forno, e tagliare in triangoli con una rotella (beh, l'impasto non è così perfetto e malleabile, può creparsi, ma non c'è da preoccuparsi, si tagliano i triangoli che si riesce, poi si riimpastare, aggiungendo alcune gocce di acqua se necessario).
- Friggere in poco olio per qualche minuto, scolarli bene su carta assorbente e servire.


tequila p.v.-guacamole-tortilla chips

Alla settimana prossima a El Salvador!

4 commenti:

emilia ha detto...

Ciao cara...farina di maasi precotta..in che senso ??? Da leggere alla C. Verdone...ahaahh..bacio..quanti mi piacciono sti cibi !!

Antonella ha detto...

pure io......."in che senso"??? :D
Parli mica della valsugana?
Bboneee...le devo fare ad Ele ;))

L'oca bonga in cucina ha detto...

Grazie!!!Questo post mi ha riportato indietro di qualche anno, quando sono stata in messico,,che profumi..che colori...e che caldo!!
Seguirò il tour!! Alla prossima allora!
Ciao Arianna

Cindystar ha detto...

Emi e Anto, parlo della polenta istantanea...che è farina di mais precotta!...vabbè, ce lo aggiungo anche sopra tra parentesi!

Arianna, aaaaaaaah...mexico caliente, beate te che ci sei stata!

Buonissima giornatissima...qua c'è un grigiore sul lago....ma alle spalle sui monti sta per brillare il sole!

Posta un commento

grazie della visita e gentilmente firma sempre i tuoi commenti!
thanks for passing by and please sign up your comments!

Template Design | Elque 2007